Sesso: quello preococe aumenta rischio di cancro alla cervice

sesso precoce

Fare sesso fin da giovanissime è un'abitudine che potrebbe comportare complicazioni per la salute della donna, non solo gravidanze indesiderate stile Juno, ma anche un rischio più elevato di sviluppare il cancro alla cervice uterina rispetto alla norma. Uno studio pubblicato sul British Journal of Cancer individua nell'attività sessuale precoce un tereno fertile su cui il virus Hpv potrebbe svilupparsi, avendo a disponibilità un tempo lungo per produrre danni nel caso di lesioni. Prima si comincia a fare sesso, più lungo sarà il periodo a rischio.

Secondo i ricercatori dell'Istituto Internazionale per la ricerca sul cancro che hanno condotto l'indagine su un campione di 20.000 donne, il rischio non riguarda soltanto le giovanissime, ma anche le donne che hanno avuto il loro primo rapporto a 20 anni, che corrono maggiormente il rischio che il virus Hpv si evolva in cancro alla cervice, rispetto a chi la prima volta l'ha avuta a 25 anni.

Da tempo è noto che il virus Hpv colpisce di più le donne con un reddito basso, indistintamente e in ogni parte del mondo. Lo studio ha messo in luce il fatto che ciò non è dovuto ad una mancanza di screening o ad un intervento tempestivo nell'individuaizone del virus, ma al fatto che le donne meno abbienti facciano sesso in media 4 anni prima rispetto alle donne con reddito pià alto. E' di nuovo l'età a cui si ha il primo rapporto sessuale il discriminante per il tumore alla cervice.

Se siete mamme, quando spiegate alle vostre figlie come, perchè e quando sentirsi pronta per il primo rapporto sessuale, tra le righe parlate anche dei rischi di salute che si corrono; se avete sedici anni e non sapete se vi sentite pronte o meno per il primo rapporto, non spaventatevi e ricordate che la prevenzione è la vostra miglior amica; se la prima volta l'avete avuta a 20 anni e ne son passati una decina da quel giorno, un controllo ed un pap-test annuali vi aspettano.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail