Libri di donne: Dentro il convento - Le monache rompono il silenzio di Nancy Manahan e Rosemary Curb

Coppia di donne gayCon Dentro il convento, libro del 1986, scoperto per caso in biblioteca, mi sono confrontata con la storia di molte ex monache e suore. Le loro testimonianze mi hanno catapultata in un mondo per me sconosciuto: quello dell’omosessualità femminile presente nei conventi. Vi dico subito che non si tratta di un libro morboso, scritto per curiosi del tema.

È invece una ricerca seria e ben documentata sulla condizione di alcune consacrate statunitensi nell’epoca preconciliare. Non vi spaventate: la narrazione, affidata per lo più alle protagoniste della storia, è scorrevole e molto interessante e credo offra molti spunti ancora oggi

Tutte le intervistate raccontano di percorsi molto simili: una volta entrate in convento, subivano una sorta di rieducazione della propria identità. Portate ad annullare la propria femminilità e a non esprimere la propria affettività, in quanto a rischio di peccato, queste donne spesso entravano in una fase di crisi profonda, a volte di depressione, curata poi come una vera e propria malattia mentale.

Spesso proprio l’amore per una consorella consentiva loro di uscire da questa stasi affettiva e contemporaneamente di scoprire la propria omosessualità, che però per molti anni non riuscivano a riconoscere come tale, visto che si trattava ancora di argomenti tabù.

Solo a cavallo del ’68 molte di queste donne hanno poi potuto dare un nome e un senso alle proprie esperienze e sono quindi riuscite a parlarne, a raccontare la propria storia. Vi avviso che non è facile trovare in commercio questo volume.

Perciò il primo consiglio che vi do è di cercarlo in biblioteca oppure online o su ebay. Ho notato che è ovviamente conosciuto dalle associazioni di donne omosessuali o da bibliografie specifiche sul tema e quindi loro potrebbero fare da ponte per una ricerca. Se riuscite a trovarlo presso una libreria, naturalmente dateci questa preziosa informazione, altrimenti ci toccherà lavorare di fotocopie.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail