Libri di donne per donne: Le amiche del cuore di Fay Weldon

tre amicheIl nome Fay Weldon forse non vi dice niente, ma da noi è famosa per aver scritto nel 1983 Life and Loves of a She Devil, Vita e amori di una diavolessa, che è poi diventato un film, She Devil con Roseanne Barr e Meryl Streep.

Le amiche del cuore racconta la storia di Chloe, Marjorie e Grace, delle loro relazioni sentimentali, della realizzazione sul lavoro, della maternità, mancata o realizzata, dei pap test. Il punto di vista narrativo di muove continuamente dalla terza persona alla prima. Chloe decide di andare a trovare le sue amiche e ce le descrive nel tragitto, senza risparmiare commenti disincantati quando non propriamente acidelli.

La Weldon, classe 1932, giornalista, scrittrice per il teatro e per la televisione, autrice di radiogrammi e di sceneggiature per il cinema, è una che non le manda a dire. La sua scrittura è sempre venata da un certo sarcasmo e a volte semina tracce di cattiveria. Ad esempio il romanzo She devil è molto più cattivo della sua edulcorata versione cinematografica.

Pur essendo la sua una narrativa considerata femminile, non la si legge tutto d'un fiato come nel caso di I love shopping. I suoi personaggi hanno spessore, combattono con problemi e magoni quotidiani. Dai suoi libri non si può trarre un sex and the city senza fine, perché le sue donne si evolvono.

Una precisazione: questo libro l'ho trovato su di una bancarella e per quanto io cerchi, risulta attualmente non disponibile nelle librerie. Ho trovato un riferimento online, ma non essendoci la foto del volume non capisco di quale edizione si tratti. Se è la tascabile, il prezzo è troppo alto. Chiedete in giro, passate dalla biblioteca e poi fateci sapere dove avete trovato Le amiche del cuore e se vi siete rispecchiate nella storia o in una delle protagoniste.

La citazione: "Capire e perdonare. Ecco cosa mi ha insegnato mia madre, povera, paziente, gentile anima cristiana, e la disciplina che lei stessa praticava è la ragione per cui è morta in povertà, sola e abbandonata".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail