Come progettare l'arredamento total white per una casa trendy e di gusto


Il total white è molto di moda nell’arredamento e dà alla casa un ambiente moderno, giovane e leggero. Sappiate, tra l’altro, che se non avete a disposizione molto spazio questa scelta cromatica vi permetterà di rendere almeno a livello ottico più ampio il vostro ambiente. Come s’inizia? Prima cosa non lasciatevi tentare dal colore. È molto difficile mantenere una certa coerenza, ma il risultato finale sarà davvero molto soddisfacente.

Iniziamo dai pavimenti. Il parquet sbiancato e il cotto sono i materiali che meglio si associano al total white. Sono bianchi, sono opachi e soprattutto danno una sensazione di caldo. No, al marmo o alla classica piastrella. Perché no? Non certo perché non siano belli, ma perché sono lucidi e tendono risaltare troppo. Sono perfetti, invece, le resine, che vanno molto di moda e sono indistruttibili e facili da pulire.

Seconda cosa decidere. Il total white si sposa bene sia con un arredo country o shabby chic (che sono più o meno la stessa cosa) sia con il moderno. Nel primo caso prendete dei mobili in arte povera, sempre bianchi. È legno verniciato molto semplice, con una forma tipica delle case di campagna. Sono, invece, adatti mobili puliti e minimalisti in caso di arredo moderno.

Il divano deve essere ovviamente bianco, così come le tende e i cuscini. Ci può stare a questo punto un pezzo colorato, che però deve avere delle caratteristiche: intanto deve essere chiaro (come un beige o un tortora) o un colore freddo (un blu, un verde opaco o ardesia). Dove metterlo? Potrebbero essere le antine di un mobile, come un quadro o una scultura, o una poltrona. Non usate tappeti.

Foto| Pinterest

  • shares
  • Mail