Come comportarsi alle feste secondo video jug

Simpatici gli anglosassoni: con la loro venerazione per il pragmatismo, a volte non si rendono conto di deragliare verso altri mondi. In questi due video l'attempata esperta di linguaggio corporale, che vedete nella foto, vi spiegherà tutto su come risultare più abbordabili alle feste e come stabilire relazioni, sempre alle feste.

La serietà didattica è totale, ma non all'altezza dei suggerimenti: sorridere molto, ascoltare chi vi parla, o non frugare compulsivamente nella borsetta. La stranezza non sta tanto nell'ovvietà dei consigli, quanto nel fatto che la cultura anglosassone sia così legata al concreto (e contemporaneamente all'assenza del limite, nel caso degli americani), che non trovino assurda l'idea che si possa modificare le basi della propria personalità.

Per fortuna un commento anonimo al video riporta un attimo la situazione alla realtà:

This advice is pretty rubbish. The problem is that all these are unconcious movements and are very hard to control. Instead of dealing with the symptons you should deal with the illness. If your in a happy and relaxed state of mind then none of these gestures will occur and you'll be much more approachable. A real smile is easy to tell from a fake one. Anyway, the easiest way for a girl to get approached is to seperate from her friends (big groups are intimidatory) and to be wearing something interesting (like a cowboy hat) so guys can think of something to say/ have a reason to approach.

In sintesi e in italiano questa ragazza dice: non puoi controllare manifestazioni somatiche inconsce per definizione. Per cui se sei tranquilla e rilassata nessun sintomo di nervosismo ti tradirà. In altre parole è meglio ragionare sulle cause che sugli effetti.

Invece sulla questione "cappello da cowboy" io non voglio entrare nel merito...

  • shares
  • Mail