Tutti i trucchi per non ingrassare durante le feste natalizie

Poco tempo fa vi abbiamo dato qualche dritta utile su come perdere qualche chilo di troppo in pochi giorni, in vista delle feste natalizie. Ebbene, oggi vi sveliamo i trucchi per non ingrassare durante questo periodo, fatto di cene, serate mondane, pranzi luculliani e dolci a volontà.

In verità, dobbiamo proprio dirlo, la cosa che più ci appesantisce e ci fa guadagnare peso, è l'abbondanza di cibo unita allo scarso movimento. Se infatti durante l'anno siamo più attive, divise fra lavoro, palestra, commissioni varie, sotto Natale ci lasciamo più andare, rallentiamo i ritmi e ci concediamo qualche peccato di gola in più che poi non riusciamo a smaltire. Ecco perché il primo passo da fare per mantenere il peso forma è quello di non rinunciare ad un po' di sano movimento, che aiuta anche a digerire meglio i pasti troppo ricchi.

Dopo un pranzo o una cena più abbondanti, approfittiamo del maggior tempo che abbiamo a disposizione e facciamo una passeggiata con la famiglia o gli amici. E se fuori piove o fa troppo freddo, magari si possono organizzare attività casalinghe che ci tengano un po' in esercizio. Qualche esempio? I giochi per consolle elettroniche che ci fanno ballare, fare sport e divertirci in compagnia, oppure i vecchi giochi di una volta, che tanto divertono i più piccoli, tipo la caccia al tesoro per casa.

Quando la padrona di casa siete voi, ovviamente, avete un'occasione importante per evitare gli eccessi gastronomici. Create un menu bilanciato, che coinvolga molti contorni a base di verdure cotte e crude, che sono saporite, leggere e ricche di fibre, quindi velocizzano anche il senso di sazietà. Come condimenti evitate il burro, ma preferite la margarina vegetale o ancora meglio l'olio extravergine d'oliva. Quest'ultimo potete anche usarlo per la frittura, perché è molto più salutare di qualsiasi olio di semi o altro olio vegetale.

Per pasteggiare preferite acqua liscia e se volete levare i calici per un brindisi optate per vinelli leggeri, a gradazione alcolica medio bassa. La regola è che più gradi ha il drink più calorie possiede, quindi bisogna fare attenzione. Ad esempio, un Chianti ha l'11,5% di volumi di alcol (pari a 60Kcal ogni 10cl), contro un Primitivo di Manduria o un Amarone della Valpolicella che ne hanno 14 (quasi 80Kcal). Il Refosco poi è un buon vino friulano che ha il 10,5% di alcol, così come il Lambrusco, che non supera gli 11 volumi.

Per quanto riguarda i dolci, si sa, a Natale qualche concessione zuccherina in più non può mancare. Basta però saper dosare i modi e i tempi per darci alla pazza gioia. Prediligiamo le ore mattutine o prandiali per consumare una fetta di panettone, pandoro, tronchetto di Natale e chi più ne ha più ne metta. Il nostro metabolismo funziona meglio durante il giorno, per calare poi la sera. Quindi, se vogliamo avere più possibilità di bruciare le calorie, dovremmo evitare di consumare zucchero a cena. E se proprio non possiamo farne a meno, almeno scegliamo dei dessert ipocalorici.

Dopo il 6 gennaio, salire sulla bilancia non ci farà poi così paura.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail