Che tipo di ginnastica si può fare quando si è incinte?

Erroneamente si pensa che durante i nove mesi di gravidanza, la donna debba mantenersi lontana da tutto ciò che è sport e movimento. In realtà, fuori dai casi particolari delle gestazioni problematiche, non restare ferme, ma anzi, mantenersi attive con un po' ginnastica, altro non fa che aiutare il fisico a mantenersi in forma, a controllare il peso, a migliorare la postura, a ridurre i gonfiori e anche ad ottenere una maggiore efficienza dell'apparato cardiocircolatorio e di quello respiratorio.

Durante i corsi di preparazione al parto, medici e ostetriche danno anche dei consigli specifici su come muoversi e quali attività ginniche scegliere per non affaticarsi, in modo da permettere alle future mamme di trarre il massimo beneficio dalle loro sessioni di fitness. E quindi, quale ginnastica è più indicata quando si è incinte? Praticamente la maggior parte delle attività aerobiche, indoor e outdoor, che prevedano sforzi eccessivi o movimenti bruschi.

Più nello specifico, un vero toccasana per corpo e spirito è il nuoto. Ovviamente non intendiamo estenuanti gare agonistiche di pallanuoto, che richiedono molta energia e un eccessivo consumo di ossigeno (di cui il feto verrebbe privato), ma attività ad hoc per le gestanti, che comprendono esercizi di intensità moderata per braccia e gambe, coccolate e aiutate in alcuni movimenti dalla spinta dell'acqua della piscina.

Anche ginnastica dolce e yoga sono delle attività leggere eppure molto efficaci. Ci sono delle classi che si occupano proprio di yoga gestazionale, affrontando la nuova consapevolezza del corpo che cambia in gravidanza, attraverso esercizi mirati che servono a migliorare lo stato di salute e a prevenire i vari disturbi tipici di questi nove mesi. Inoltre, in generale lo yoga è molto incentrato sulla respirazione, quindi si dimostra anche molto utile per affinarla meglio in vista del parto.

Per la stessa ragione anche il pilates è perfetto, visto che è una disciplina che basa la sua buona riuscita proprio sull'armonia fra respirazione e movimento. Inoltre, il pilates, migliora non solo il fisico, tonificando le fasce muscolari senza troppo stress, ma aiuta anche il relax mentale, che è più che benvenuto durante quei mesi lì, in cui gli ormoni mettono ogni donna sotto pressione.

Alcuni esercizi di pilates poi, possono migliorare la postura, evitando il fastidioso mal di schiena da gestazione. Ovviamente, prima ancora del personal trainer, bisogna consultare il medico, affinché ci ragguagli sulla nostra condizione e ci dica cosa fare e cosa evitare. Dopo le raccomandazioni e il suo via libera, ben venga un po' di sano movimento: con una mamma più rilassata e più in forma, anche il piccolino nella pancia sarà più contento.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail