Per dimagrire la pancia ecco gli alimenti più indicati e quelli da evitare

Pancia piatta in una settimana con dieta e addominali

Si sa, le feste natalizie portano con se oltre che regali e strenne anche moltissime calorie: cenoni di Natale, di Capodanno, dolci ipercalorici, portate triple e fritti contribuiscono a farci accumulare chili di troppo nelle zone critiche. L'ideale sarebbe poterli smaltire poco dopo, ma se la palestra non è tra i buoni propositi del nuovo anno non vi resta che seguire una dieta, soprattutto se intende dimagrire sulla pancia.

L'addome è una delle zone più critiche in assoluto e tra le più difficili da rimodellare: è necessario fare esercizi mirati ogni giorno e attenersi a poche ma semplici regole. Bere tanta acqua - almeno 2 litri al giorno - è il primo, imprescindibile passo per smaltire tossine e ritenzione dei liquidi; evitare le bibite gassate e zuccherate e prediligere tè fatti in casa, tisane alle erbe e infusi. Mangiare frutta, legumi e verdura, dedicare almeno 30 minuti ad ogni pasto e masticare lentamente: la masticazione lenta aiuterà a non far entrare troppa aria nello stomaco e ad assimilare meglio il cibo.

Preferire pasta e riso integrali a quelli tradizionali, così come mangiare la crusca a colazione per regolare l'intestino e far scomparire i gonfiori addominali. Cambiare spesso gli alimenti della dieta e gli esercizi fisici per accelerare il metabolismo, prediligere le cotture al vapore o alla piastra, non eccedere col sale ed evitare situazioni di stress (uno dei maggiori fattori di tensione addominale). Bandire i dolci e, se proprio non riuscite a farne a meno, sono concessi una volta a settimana a colazione, il momento della giornata in cui il fisico brucia più calorie. Se dopo un mese di attività fisica e dieta non ottenete alcun risultato il consiglio è di rivolgersi ad un dietologo o ad un medico nutrizionista, che saprà darvi consigli mirati.

  • shares
  • Mail