Best Bottom 2010: American Apparel cerca il sedere perfetto

best bottom 2010Per molte donne è un vanto ma per molte di più un cruccio. Parliamo del B-side del nostro corpo, che normalmente tendiamo a mimetizzare per evitare di attirare gli sguardi proprio lì dove più che altrove ci sentiamo in difetto, specialmente confrontando il nostro aspetto con quello delle modelle tutta plastica e pixel che campeggiano su manifesti formato gigante ideati proprio per farci sentire in colpa.

Il preambolo per dire che nonostante il sedere non sia sempre il punto di forza di una donna, almeno secondo le donne che ne valutano dimensioni, forma e tonicità allo specchio sperando nel miracolo che combatta la gravità, American Apparel, noto brand americano, si è convinto che invece possa diventare proprio il focus della prossima campagna pubblicitaria e cerca il Best Bottom 2010.

Però non vuole il sedere ritoccato di una qualunque modella fornita da agenzie che con mestiere trovano i culetti più sodi del mondo. Lancia invece un contest alla ricerca del sedere perfetto. Perfetto, sì, ma lo cerca tra le donne comuni. O almeno tra chi avrà il coraggio di spedire la propria fotografia. Sempre che si riesca a infrangere l’epocale tabù del rapporto di una donna con il proprio aspetto.

Evidentemente per molte fanciulle delle nuove generazioni questo trascurabile aspetto è per l'appunto trascurabile, visto che le prime candidature già fioccano. Il premio tuttavia, a parte gli onori del manifesto pubblicitario per la linea di intimo, è ben misero: solo una fornitura di vestiti per 300 dollari. Ma ne varrà la pena?

  • shares
  • Mail