La dieta senza carboidrati ricca di verdure e frutta per disintossicarsi

La dieta senza carboidrati permette di perdere peso velocemente, ma va seguita solo per qualche giorno e previa consultazione medica. È un regime ipocalorico consigliato soprattutto per chi non ha alcun tipo di patologia e vuole disintossicarsi dopo un periodo di abbuffate come quello delle festività natalizie. Il rischio di una dieta prolungata senza carboidrati è infatti quello di affaticare i reni e riprendere in poco tempo i chili persi.

Per carboidrati si intendono pane, pasta, cereali, patate, carote e tutti i dolci: naturalmente ogni tipo di zucchero o dessert sono banditi da questa dieta, quindi sono da evitare anche il miele, gli sciroppi, lo zucchero, la frutta dolce, l'alcol e tutte le bibite gassate e zuccherate. Gli alimenti consentiti sono la carne (tranne quella di maiale), lo yogurt bianco magro, le verdure, i formaggi (meglio se magri) e la frutta non zuccherosa. Sono concessi 100 gr di pane integrale al giorno.

La dieta senza carboidrati va seguita massimo per cinque giorni consecutivi e deve essere accompagnata sempre da un minimo di due litri di acqua al giorno. Non esistono della porzioni consigliate o imposte: l'importante è che si evitino i cibi sopra elencati. In pratica, questo regime dietetico si basa su un principio fondamentale: se il corpo non ha a disposizione la materia prima da bruciare (ovvero i carboidrati) per produrre energia andrà ad attingere ai grassi, che verranno bruciati al pari dei carboidrati. Una recente ricerca condotta negli Stati Uniti - dove questo regime ipocalorico spopola - ha rivelato ha un più alto livello di HDL, il colesterolo "buono" che contribuisce alla prevenzione dell'arteriosclerosi, nelle persone che si sono sottoposte alla dieta. Tuttavia continua ad essere molto contestata dai dietisti e nutrizionisti di tutto il mondo perché considerata molto pericolosa per la salute.

  • shares
  • Mail