Le donne non si fidano del "pillolo", anzi degli uomini

Se n'è parlato parecchio, tempo fa, del famigerato "pillolo", il farmaco anticoncezionale da somministrare a lui anzichè a lei. Le opinioni delle donne vertevano su diverse conclusioni positive: non dover essere costrette a combattere contro la ritenzione idrica provocata dalla pillola anticoncezionale sarebbe stata una conquista, inoltre passare almeno una responsabilità al partner non pareva male a nessuna.

Ma ora arriva una nuova ondata di pareri, scaturiti dai risultati di un'indagine condotta dall’università inglese di Teesside e pubblicata sul Journal of Family Planning and Reproductive Health Care, che evidenziano alcuni aspetti negativi del "pillolo". Le donne, secondo questa indagine, non sarebbero molto propense a fidarsi dell'azione anticoncezionale del farmaco in questione. E non perchè non credano nella sua efficacia, ma perchè non ritengono gli uomini abbastanza costanti nell'assumerlo.

L'indagine però mostrerebbe anche altri aspetti: gli uomini, soprattutto quelli accoppiati stabilmente, vedrebbero di buon occhio l'assunzione del pillolo, come soluzione anticoncezionale per la coppia, dimostrandosi disponibili a "togliere un peso" dalle spalle della loro compagna. Se però quest'ultima non riesce a fidarsi della costanza e della serietà del proprio uomo, non ci sono pareri positivi o negativi che tengano: le donne propongono quindi soluzioni "permanenti" da impiantare sull'uomo, come si fa con la donna nel caso di spirale o diaframma. Ma il possibile consenso degli uomini in questo caso, sarebbe tutto da testare.

Via | Sciencedaily

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail