Superare un amore non corrisposto con i consigli di Pinkblog


Ci sono molti più amori non corrisposti che coppie serene. È una triste realtà, ma sta nella natura dell’uomo desiderare ciò che non può avere. Per certi versi, è anche positivo, perché l’ambizione e l’istinto a fare meglio sono in parte il motore della vita. Ciò che conta è sapersi fermare prima che questi sentimenti possano trasformarsi in autodistruzione. In amore succede spesso di restare schiacciati dalle delusioni, dalle aspettative mancate e a volte anche dalla fine di un rapporto.

Superare tutto questo non è facile e i consigli sono importanti, ma non sono tutto. Quando si sta male le parole degli altri, soprattutto se non richieste, scivolano addosso più veloci dell’acqua, lasciando un gran senso di vuoto e di amarezza. È dentro di noi che è necessario trovare la forza e il coraggio di voltare pagina. Di guardare al futuro con occhi nuovi. Come fare? Non esiste una regola. Ognuno di noi ha il suo metodo speciale.

La cosa importante è non smettere di credere in se stessi. Assumersi tutte le colpe non è giusto. Un po’ di autocritica ovviamente fa bene a chiunque, ma commiserarsi e abbrutirsi non è certo la soluzione. È fondamentale continuare la propria vita. I primi tempi ci sarà un po’ l’effetto robot (casa-lavoro-lavoro-casa), ma poi le forzature si dissolveranno.

Createvi degli interessi nuovi. Potrebbe essere un corso di danza, di pittura, di lettura, potreste fare un viaggio o decidere intraprendere uno sport. Qualsiasi cosa non vi faccia pensare a lui. Si definisce un amore non corrisposto, un rapporto finito male, perché il partner ha preferito un’altra persona o semplicemente l’attesa che l’uomo ideale (o la donna ideale) si accorga di noi provando sentimenti più profondi dell’amicizia. In entrambi casi, mettere la propria vita in stand by non è una scelta saggia. L’amore s’incontra, non si aspetta e si elemosina.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail