"La regina di Saba", in un libro la storia di una grande donna

"Dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna"; oppure c'è una grande donna e basta, senza l'ombra di un uomo davanti. Ma sono pochi purtroppo, i casi storici in cui la figura di una donna si erge sopra a tutti, distinguendosi per doti talmente incredibili da diventare leggendarie. Non perchè di grandi donne non ne sia piena la storia passata, ma perchè in poche sono state ricordate dalla storiografia ufficiale e in poche hanno avuto la possibilità di esprimersi o di uscire dall'ombra.

La Regina di Saba è stata una di quelle donne che, in un lontanissimo passato storico e biblico, ha lasciato un segno profondo, quasi mistico, pur avvolto comunque nel mistero della polvere di millenni. E' un intellettuale ebreo, Marek Halter, una delle menti più apprezzate a livello internazionale negli ultimi decenni, a dedicare un libro a questa affascinante figura di donna, una donna che ha condotto battaglie in prima persona, che ha gareggiato a livello intellettivo con Re Salomone, che è passata alla storia come una delle regine più belle di tutti i tempi. Una donna che appare nella poesia del Cantico dei Cantici e di cui oggi sappiamo qualcosa di più grazie agli ultimi scavi archeologici di Axum, in Etiopia.

"La regina di Saba", edito da Spirali, è un libro dedicato a tutte quelle donne che amano essere tali, ma anche a tutti quegli uomini che pensano che la storia sia fatta solo di figure maschili perchè le donne non sono mai state all'altezza di imprese degne di nota.

  • shares
  • Mail