I cibi giusti per combattere il freddo

Ed eccoci qui, a cavalcare il nuovo anno con tanti bei propositi e tanta voglia di fare. Ma ahinoi, eccoci anche a fronteggiare i malanni di stagione, quelli che gli sbalzi di temperatura e il gelo invernale portano. Se avere un'alimentazione che fortifica il fisico e ci tira su quando siamo sottotono non basta, forse possiamo rimpolpare la dispensa e il frigo, con i cibi giusti per combattere il freddo. Vediamo quali sono.

Iniziamo dai liquidi, in particolare dalle tisane. Dobbiamo sapere che ci sono mix di erbe, frutta, fiori e spezie che hanno un particolare potere riscaldante, il che ci aiuta ad affrontare con più energia i momenti più bui. Infusi a base di echinacea, rosa canina e sambuco, uniti a cannella, chiodi di garofano e zenzero, sono un vero toccasana per riscaldare il corpo. Salvo allergie ad uno di questi componenti (che può comunque essere sostituito, seguendo il consiglio dell'erborista) bere tisane giornaliere, anche variando i gusti, aiutera a ritrovare lucidità e tepore quando serve. Magari dolcificatele con un buon miele, che dà anche un po' di energia al fisico stressato.

Parlando poi dei pasti serali, non c'è niente di meglio di calde zuppe di verdure, leggere ed energetiche. Uno dei rimedi delle nonne, per rimettere in forze un corpo convalescente era quello di nutrirlo a sorsate di brodino vegetale con aggiunta di pollo. Il pollo è una carne bianca che fornisce al fisico il giusto apporto di proteine che servono per non depauperare i muscoli. Scegliete, ovviamente, carni da allevamenti biologici, per essere certi di consumare prodotti di qualità.

Anche se il suo sapore (e il suo odore) non sono il massimo, la cara vecchia cipolla è un ottimo vegetale contro freddo e relativi malanni derivati. Ricchissima di vitamina C, insieme ad A B ed E, sali minerali e oligoelementi, non solo è un alimento ottimale per contrastare i danni dell'inverno, ma anche un elisir di buona salute generale. Parlando più nello specifico, il suo utilizzo fuori dalla cucina, consente di alleviare i graffianti dolori delle faringiti e delle tonsilliti, attraverso sciacqui con il suo succo. Inoltre, essendo un buon depurativo, aiuta anche a eliminare più in fretta le tossine accumulate.

Per la stessa ragione non devono mancare le verdure ricche di vitamina A, quali spinaci, zucche, zucchine, cavoletti e carote, che aiutano il corpo a fare il pieno di antiossidanti, utilissimi per non farsi cogliere in castagna dal gelido inverno. Minestroni a base di questi insostituibili ortaggi, saranno un piatto riscaldante, sano e multivitaminico. Per renderlo anche più nutriente si possono consumare insieme anche cereali grezzi o legumi, che danno energia e non appesantiscono.

In ultimo, per dare un tocco di calore in più ai vostri piatti, non omettete di sfarinare una punta di cucchiaio di curcuma in polvere nelle pietanze. Ottima per prevenire, ma anche per guarire più in fredda dall'influenza, la curcuma è una spezia speciale, molto valida come disintossicante dell'organismo e antinfiammatorio naturale (oltre che antiossidante). Unico accorgimento da avere è non esagerare con le "porzioni", in quanto può dare qualche problema di acidità di stomaco, se consumata in grandi quantità.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail