Rosaria Capacchione giornalista anticamorra si candida con il Pd

Rosaria Capacchione

Rosaria Capacchione scende in politica e si schiera tra le fila del Partito Democratico, in occasione delle elezioni politiche che si terranno nel febbraio 2013. E' stato il Partito Democratico ad annunciare la candidatura direttamente dalle pagine del suo sito, una candidatura importante, dal momento che stiamo parlando di una famosa giornalista che da tempo ormai lotta contro la camorra.

La giornalista scrive ormai da tempo per il Mattino di Napoli ed è anche l'autrice del libro "L'oro della camorra" (un libro che ci racconta come i boss casalesi siano diventati talmente potenti da controllare l'economia del nostro paese: una copia del suo libro è stata ritrovata anche nel covo di Giuseppe Setola, latitante fino al 2009!): per la sua lotta a questa organizzazione criminale Rosaria Capacchione è stata spesso minacciata. Ora ha deciso di dare il suo contributo alla politica italiana. Caduto il governo Monti, infatti, a febbraio verremo chiamati nuovamente alle urne!

La candidatura di Rosaria Capacchione è una bella notizia, non solo per l'impegno che la giornalista ha sempre dimostrato verso un tema tanto delicato, ma anche per chi da tempo sostiene le quote rosa nella politica italiana. Dal sito del Partito Democratico la giornalista fa sentire la sua voce, parlando dell'entusiasmo con il quale ha accettato la proposta del segretario del partito, Pier Luigi Bersani, di continuare in Parlamento, con il Pd, la sua battaglia per liberare il paese e il Mezzogiorno dalla criminalità organizzata.

Un Paese nel quale è possibile immaginare un percorso più giusto per i cittadini, per gli studenti, per le imprese. Sono i temi sui quali, nel corso degli ultimi trent’anni, mi sono impegnata: facendo informazione, cercando di dare voce a quanti non ne hanno, raccontando le storie di quanti sono stati sconfitti dalla violenza mafiosa, di quanti non hanno avuto la possibilità di alzare la testa o sono stati costretti ad abbassarla. Cambio postazione ma non fronte, con la volontà di proseguire sulla stessa strada, mettendo a disposizione del Paese la mia esperienza di giornalista e quanto imparato in una terra, la Campania, tra le più difficili e maltrattate d’Italia.

Lo stesso entusiasmo è stato espresso da Bersani:

Rosaria Capacchione rappresenta una donna straordinaria che ha dimostrato nella sua attività professionale un impegno e un coraggio encomiabile nel sostenere una forte cultura della legalità e nella lotta contro la criminalità organizzata. Per noi sono temi di assoluta priorità che avranno bisogno di protagonisti nel nuovo Parlamento.

Già alle scorse Elezioni Europee Rosaria Capacchione si era presentata con il Pd, ma non ottenne successo, anche perché, come denunciò lei, non venne sostenuta. Ma questa volta è diverso, come sottolineato dalla giornalista ai nostri amici di Polisblog.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail