Una donna è responsabile del proprio stupro? Per il 70% delle inglesi sì



Dopo il danno anche la beffa. La notizia è a dir poco sconcertante. Secondo un sondaggio inglese la donna ha una percentuale di colpa per lo stupro subito. Su 1000 persone intervistate (712 donne e 349 uomini tra i 18 ed i 50 anni) un terzo ritiene che le vittime vestite in maniera provocante o che hanno accettato di andare a casa del loro violentatore per bere qualcosa andrebbero considerate almeno in parte responsabili dello stupro.

Il commento più intransigente arriva proprio dalle stesse donne (71%): se si è accettato di appartarsi con una persona conosciuta da poco, ovvero sconosciuta, allora sono andate a cercarsela per cui sono in parte responsabili. Mentre così la pensa solo il 57% degli uomini.

Dalla stessa indagine è emerso inoltre che il 23% delle donne e il 20% degli uomini è stato obbligato, almeno una volta, a fare sesso anche quando non lo desiderava.

Dure le parole di Elizabeth Harrison, responsabile di un servizio per le vittime di violenza: "le donne si trovano in una posizione in cui devono assumersi la responsabilità di sé stesse, ma qualunque cosa tu indossi o qualunque cosa tu faccia non dà a un altro il diritto di violentarti. E’ importante che la gente si fermi a pensare cosa sta facendo e che si assicuri che la persona con la quale si trova sia d’accordo a fare quello sta proponendo".

Le stime sulla violenza sessuale contro le donne sono in aumento nonostante i controlli, le misure di sicurezza, i corsi di autodifesa e la prevenzione. Non basta pensare "non capiterà mai a me" perché la violenza spesso si nasconde dietro un volto amico ed è più vicina a noi di quanto possiamo immaginare. Voi, cari lettori di Pink, pensate che una donna sia in parte responsabile del suo stupro?

  • shares
  • Mail