Uomini e donne: nessuno sa che fare con una ruota a terra

Prima o dopo, si torna sempre al controverso tema relativo a "donne e motori", ma stavolta per parlare di una situazione che mette il rapporto tra il gentil sesso e le automobili, sullo stesso piano di quello tra gli uomini e le loro preziose auto. Sì, per una volta non siamo soltanto noi donne le "imbranate" con le macchine: da un'indagine commissionata da Assicurazione.it a TNS Italia, oltre ad altri dati significativi che non interessano questa sede, è emerso che un quarto degli italiani non sa cosa fare quando si ritrova con una ruota a terra e che oltre 6 milioni di persone che hanno affrontato la situazione, hanno chiesto aiuto ad altri.

Cosa c'è di interessante? Che questi due dati riguardano indifferentemente sia gli uomini che le donne. Già: se infatti noi donne chiediamo aiuto al partner o ai passanti, gli uomini che si ritrovano a dover cambiare una ruota, chiamano in soccorso qualche amico, che li sostenga non solo dal punto di vista della solidarietà maschile, ma anche con un paio di braccia forti. In pratica tra uomini, donne e motori, almeno in questo caso, non ci sono differenze: siamo tutti imbranati allo stesso modo.

Forse sarà il mio passato da gommista, ma una ruota bucata non è così difficile da cambiare. Certo ci vuole molta forza, perchè il cric e il "levabulloni" in dotazione nelle automobili non sono esattamente ciò che di più maneggevole esista (con l'attrezzatura di un gommista la cosa risulterebbe sicuramente più semplice), ma i concetti da mettere in pratica non sono poi così complessi.

Piuttosto che fermare i passanti, chiedere aiuto o addirittura dover essere costrette a pagare il carro attrezzi, sarebbe una grande cosa per noi donne poter imparare a far da sole, anche perchè tra palestra ed esercizi fisici di varia natura ormai siamo provviste anche della muscolatura necessaria. Sarebbe un modo, tra l'altro molto utile, per dimostrare che siamo capaci di socializzare anche con i motori. Per una guida veloce e facile (anche se in inglese), con immagini molto chiare, guardate il video proposto. E prendete appunti!

  • shares
  • Mail