George Leonard: i bugiardi cronici tornano alla carica

Durante l'ultima puntata condotta dalla Marcuzzi, c'è stato il tanto atteso incontro in studio tra Carmela e George Leonard, il "bello" e maledetto della casa del Grande Fratello 10. Lui, tra l'altro, sottoposto anche al giudizio della macchina della verità, oltre che a quello del pubblico in studio e del pubblico a casa. Per una volta, anche se su un argomento di interesse opinabile, il popolo italiano sembra rispondere unanime: George Leonard è stato dichiarato a furor di popolo uno di cui non ci si può fidare affatto.

Anche la macchina della verità lo conferma: sono più numerose le risposte false infatti, di quelle vere. Soprattutto riguardo il suo presunto amore nei confronti di Carmela, alla quale ha chiesto romanticamente la mano in diretta, suscitando non poche perplessità (è vero che probabilmente dentro la casa le emozioni sono intensificate e il tempo è dilatato, ma tre settimane per decidere un matrimonio sono effettivamente poche). Senza contare i trascorsi del belloccio, che pare aver sedotto e abbandonato già diverse Didoni, comparse come funghi in questi ultimi mesi.

Senza contare inoltre certe sue affermazioni quantomeno impopolari: una volta ho sentito di sfuggita uscire dalla sua bocca (rivolto a Massimo) qualcosa del tipo "ma proprio di una come Carmela dovevo andarmi a innamorare? Manco fosse sto pezzo di ****, una veramente bella è alta, magra e bionda, non è come lei", che d'accordo può essere un'insolita dichiarazione d'amore, ma alla faccia degli insani canoni di bellezza e soprattutto della cavalleria, che ormai non solo è morta ma è anche sepolta!

Poi stamattina, durante una trasmissione radiofonica, sento parlare di "bugiardi cronici", argomento venuto fuori proprio dallo spunto offerto dalla performance di George Leonard con la macchina della verità durante l'ultima puntata del GF10. Effettivamente è una definizione che gli calza a pennello e che mostra spudoratamente un comportamento fin troppo comune fra gli uomini, a tratti anche giustificato dalla scienza: quello che li legittima a passare da una donna all'altra come se si trattasse di scarpe, soltanto da usare e poi da buttare via.

Certo è vero: anche alcune donne si comportano così, non lo metto in dubbio, e a parte qualche battuta scherzosa che si potrebbe tirar fuori in proposito, non si tratta certo di persone da elogiare. Ma c'è anche un'altra questione che mi lascia perplessa: fino a che punto riusciamo ad instupidirci, fino a che punto riusciamo a farci menare per il naso da uomini come George Leonard? Perchè quando siamo innamorate saltiamo a piè pari segnali tanto evidenti e ci lasciamo placidamente ingannare, ben consapevoli di essere cornute e mazziate? I bugiardi cronici sono in ultima analisi proprio loro, i belli e maledetti, quelli che ci vorremmo tanto vantare di saper conquistare. E' solo la componente "fisica" che ci attira verso di loro, oppure c'è un certo spirito di masochismo che ci attrae inesorabilmente verso situazioni contorte e destinate al fallimento? Perchè i più "buoni" ci piacciono di meno?!?

  • shares
  • Mail