Hillary Clinton dopo la commozione cerebrale torna a lavoro

Hillary Clinton

Svelato il mistero sulle condizioni di salute di Hillary Clinton. Dopo il lungo ricovero a causa di una commozione cerebrale, che l'ex First Lady si era procurata in seguito ad una caduta, finalmente il ritorno a casa: il marito Bill e la figlia Chelsea erano andate a prenderla in ospedale. Dopodiché il silenzio, sia della famiglia sia dell'amministrazione Obama, tanto che in molti pensavano che le sue condizioni di salute non fossero delle migliori.

Oggi la bella notizia: Hillary Clinton dopo il piccolo incidente si è ripresa del tutto ed è già pronta a ritornare al lavoro. Come Segretario di Stato del governo Obama, infatti, la sua agenda dei prossimi giorni è già ricca di incontri molto importanti. Hillary Clinton sta bene!

Per la Clinton è stato un periodo davvero difficile dal punto di vista della salute: lo scorso 7 dicembre si era sentita male durante il viaggio in Europa, a causa di un virus gastrico, mentre a metà mese aveva subito una commozione cerebrale, cadendo dopo essere svenuta: l'ex First Lady era troppo debole. Per lei un'assenza dalla politica lunga quattro settimane, che ha messo in preoccupazione il mondo intero: conoscendo il personaggio, che mai si sarebbe preso una pausa così lunga, nonostante i 65 anni, il dubbio che forse le sue condizioni fossero davvero gravi.

Poi le dimissioni dall'ospedale, avvenute lo scorso mercoledì, con le immagini di Chelsea, la figlia che vuole seguire in politica le orme di mamma e papà, e Bill, che erano andati a prenderla in ospedale. Ora a distanza di qualche giorno dalle dimissioni, il ritorno al lavoro.

La notizia è stata confermata dal Dipartimento di Stato statunitense, che ha annunciato l'agenda del Segretario di Stato: oggi un incontro a porte chiuse con i suoi collaboratori, mentre giovedì prossimo dovrà ricevere in una cena di lavoro il presidente afghano Hamid Karzai.

Hillary Clinton si è dunque ripresa da tutti i disturbi che l'hanno colpita nelle ultime settimane!

Foto | Getty Images

Via | Quotidiano

  • shares
  • Mail