Sono incinta o no? Esistono sintomi?

sintomi gravidanzaOgni volta mi stupisce vedere come tra i più letti di questo blog (ma immagino anche di altri siti che trattano temi femminili) vi sia un articolo che illustra i sintomi di una possibile gravidanza. Ovviamente questo articolo e simili sono inondati di commenti lasciati da persone che hanno avuto rapporti a rischio, che non sanno se il loro rapporto è stato a rischio o no, che non vogliono ammettere la verità, che si disperano per niente, che hanno paura di fare un test di gravidanza.

Allora, facciamo chiarezza ulteriore. Che non fa mai male, credo di capire.

Attenzione!!! I SINTOMI DELLA GRAVIDANZA SONO PRATICAMENTE GLI STESSI CHE UNA DONNA HA NEI GIORNI CHE PRECEDONO LE MESTRUAZIONI. A volte, nessun sintomo compare nelle prime settimane di gravidanza. ERGO: NON FIDATEVI DEI SINTOMI.

Fatto chiarezza su questo, come fa una donna a capire se è incinta o no?

SOLO, E RIPETO SOLO, FACENDO IL TEST DI GRAVIDANZA (QUELLO PIU' EASY SI COMPRA IN FARMACIA, PRENDETENE DUE PER FARE LA VERIFICA A DISTANZA DI ALCUNE ORE.)

Ma soprattutto....

PERCHE' E QUANDO UNA DONNA DEVE AVERE IL DUBBIO DI ESSERE INCINTA?

1) ha avuto un rapporto sessuale senza che il partner indosasse il preservativo. Non importa se il ragazzo ha "eiaculato" all'esterno della vagina!Non fa differenza!

2) ha avuto un rapporto sessuale senza preservativo DURANTE I GIORNI DELLE MESTRUAZIONI pensando di non essere fertile

3) ha avuto un rapporto sessuale senza preservativo E AVEVA DIMENTICATO DI ASSUMERE LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE OPPURE PER MOTIVI VARI L'HA VOMITATA (se la prende)

4) si è rotto il preservativo

5) si è usato il preservativo solo nel momento finale del rapporto e non dall'inizio della penetrazione

Ovviamente il dubbio è meglio che sorga all'istante e non un giorno o una settimana o quindici giorni dopo. Non abbiate paura! Non mettete la testa sotto la sabbia!!!! Se siete mature abbastanza da avere un rapporto sessuale, dovete essere mature abbastanza da prendervi le vostre responsabilità. Tu e LUI!

Se si verifica una delle situazioni sopra esposte, soprattutto i casi 1, 2, 3, 4 fareste meglio a:

RECARVI ...

a) in un consultorio

b) presso il vostro medico di famiglia

c) al pronto soccorso di un ospedale pubblico che non sia legato ad organizzazioni religiose

... E CHIEDERE LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO.

Potreste incontrare problemi, immagino, ma è l'unico mezzo a vostra disposizione per prevenire una gravidanza indesiderata. Per cui, insistete, rompete le scatole, ricordatevi che gli obiettori di coscienza SONO COMUNQUE OBBLIGATI A PRESCRIVERVI LA PILLOLA (sono denunciabili e lo potete fare ad esempio attraverso l'associazione Luca Coscioni). Una volta avuta la ricetta, andate in FARMACIA e insistete: ricordate che anche i farmacisti sono perseguibili se non vi vendono la pillola, anche se non ce l'hanno a disposizione (sono obbligati a farvi avere qualsiasi farmaco entro 24h dalla richiesta).

La pillola prima la si prende, meglio è. Il giorno dopo va benissimo. Due meno, comunque avete a disposizione 72 ore. In ogni caso prendete anche un test di gravidanza e fate una prova. Se il test è ancora positivo (la pillola non è stata assunta correttamente...so che è un caso raro...) è un problema.

Da quel momento in poi avrete a vostra disposizione 3 scelte:

1) interrompere la gravidanza

2) portare a termine la gravidanza e non riconoscere il bambino

3) affidarvi a chi può assistervi e aiutarvi per mantenere il bambino per i primi mesi di vita, es. centri di aiuto alla vita

Per qualsiasi domanda, sono qui. Cerco di rispondere nel più breve tempo possibile.

  • shares
  • Mail