Come scegliere la carta da parati più adatta alle pareti di casa


La carta da parati potrebbe essere un elemento d’arredo molto importante e soprattutto è di grande ritorno. Sono sempre di più, infatti, le coppie giovani che scelgono di arredare casa facendo molta attenzione ai colori: c’è chi dipinge una parete in contrasto e chi pensa invece di armonizzare maggiormente l’arredo con un disegno particolare. Oggi la carta da parati non è più un semplice foglio a righe con cui nascondere le macchie di umidità, è un prodotto di design.

Come va scelta? Il colore, ovviamente, può essere o in abbinamento ai toni della casa o in completo contrasto. Se scegliete la prima versione potrete decorare una stanza intera o forse anche tutta la casa, se scegliete la seconda opzione, invece, è meglio scegliere una sola parete, possibilmente piccola e ben definita.

Tra le carte più belle troviamo quelle Wall & Decò, che trasforma la fotografia in qualcosa di più. Tra l’altro con uno specifico programma, è possibile verificare la posa virtualmente e scegliere i colori. È davvero un metodo molto raffinato. Ha solo un difetto: è costoso ed è necessario quindi – se i soldi a disposizione non sono molti – dosare questo prodotto nel modo giusto.

Dove è opportuno mettere la carta da parati? Non c’è un unico posto. Sta molto bene in salotto, soprattutto se ha un disegno importante e in grado di valorizzare l’ambiente. È ideale sulla testata del letto, così come in cucina, sulla parete in cui non ci sono le piastrelle. Chi vuole osare piò anche metterla in bagno.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail