Come dimagrire le gambe e il sedere con ginnastica, dieta e sport

Un'attività completa per snellire cosce e glutei è un regime di vita appositamente pensato per chi possiede il cosiddetto fisico a pera, con busto e braccia abbastanza magre e cosce e fianchi decisamente appesantiti da chili e centimetri di troppo.

Il problema di cui stiamo parlando affligge principalmente la donna ginoide, dall’aspetto tipicamente mediterraneo. Esistono, però, metodi efficaci per contrastare tale aspetto, seguendo una dieta e facendo degli esercizi appropriati.

Affinché l’obiettivo sia raggiunto con successo, è necessario non consumare quei cibi che favoriscano la ritenzione idrica e l’accumulo di grasso e cellulite nella zona fianchi. Ovviamente ciò di cui ha bisogno chi necessita di una dieta per snellire cosce e glutei è di un regime alimentare equilibrato da poter protrarre anche per un lungo periodo di tempo senza arrecare danni all’organismo. Ricordate, inoltre, di evitare sempre le diete last minute che promettono miracoli.

La nostra dieta mediterranea, ad esempio, è assolutamente perfetta, in quanto caratterizzata da un’alimentazione equilibrata stimata in tutto il mondo. E’ bene però entrare nell’ottica dell’idea che la sola dieta per snellire cosce e glutei non è sufficiente. Bisogna infatti abbinare ad essa la giusta quantità di attività fisica giornaliera. Mezz’ora di corsa, un’ora di camminata o di step, ad esempio, sono l’ideale per snellire la zona fianchi. Esercizi mirati, quali gli squat, gli affondi e i piegamenti completano l’opera.

Rimarrete sorpresi dallo scoprire che, in realtà, la dieta per snellire cosce e glutei è una normalissima dieta adatta bene o male a tutte le situazioni, con la semplice insistenza sull’assunzione di liquidi quali acqua e tisane in grado di contrastare efficacemente la ritenzione idrica. Per tale regime alimentare, infatti, valgono i già noti principi del non saltare mai gli appuntamenti col cibo, ma di suddividere anzi la giornata in cinque pasti (tre principali e due spuntini), ridurre il sale e i condimenti, evitare dolci, fritti e grassi e rispettare un certo equilibrio nutritivo.

Il fabbisogno giornaliero va ridotto di quel tanto che basta a scendere peso (le soluzioni drastiche fanno solo male) ed è bene che siano combinati tra loro il 50-60% di carboidrati, il 25-30% dei lipidi e il 10-15% delle proteine.

In breve? Non eccedere con pane e pasta e cerca sempre di assumere, durante un pasto, o l’una o l’altro. Non superare la soglia di sei cucchiaini d’olio al giorno e metti una bella croce su burro e ragù. Consuma almeno 5 porzioni di frutta e verdura (mi raccomando, la frutta lontana dai pasti principali). Concediti la pizza una volta a settimana e per un primo periodo elimina i dolci. Combatti la fame fuori pasto sgranocchiando finocchi e carote e bevi in quantità acqua, tè e tisane.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail