Noi non è "Donna è web 2007"

donne sotto il soleE quindi è andata così: tirava un'aria da baffi lasciati perdere... Alcune giurate che sembravano dire: "se la natura ce li fa crescere, dove sta scritto che bisogna farsi la ceretta?". Beh... su Pinkblog ci sta scritto, è pieno di queste frivolezze. Ma volendo guardarci bene c'è anche altro.

La cerimonia di premiazione seguiva il copione di un San Remo particolarmente mal riuscito con tanto di:

sosia di Irene Grandi che cantava "tu non mi sentiiiiii, tu non dici nienteeeeeee, io te lo ridico ma tu nienteeeeee", seduta a gambe incrociate sugli scalini del palco, intensa come una fermata dell'autobus.

  • presentatrice munita di un ego grosso come un bombolone, incapace di tacere, di ascoltare la voce del prossimo e di dire tre "w" di seguito (noi siamo state presentate "vùvùpinkeblogghepuntittì").
  • Qualcuna che portava un'etichetta della serie: "guarda quanto sono particolare, non convenzionale, fuori moda per scelta... (ed è sicuro che vinco perché è tutto il pomeriggio che corro a destra e a sinistra e faccio amicizia con tutti e parlo dell'importanza della donna anche con le arselle)". Noi ci siam fatte vive solo quando si è rannuvolato.
  • C'era Giulia Ottonello, quella di Amici di Maria De, edizione Ambeta, quella che aveva vinto... Ha vinto pure il premio finale Donna è web 2007... ovviamente....
  • immancabili le battute sul notaio e sui nomi difficili: www.tretrighicontrotertrighi.it avrebbe creato meno scompiglio
  • immancabile il valletto baciante pagato in lampade abbronzanti presso uno dei centri "chiappe chiare" sparsi in tutta la versilia.
  • prevedibile la nostra dignitosa sconfitta (dignitosa almeno fin quando non ho deciso di pubblicare questo post)
  • Per approfondimenti riguardo al perché e per come alcuni siti hanno vinto e altri no leggete su designerblog e mettetevi una mano sul cuore. Non parlo per noi, che in effetti abbiamo ben poco in comune con le dame di cartapesta, (e che tra l'altro stiamo prendendo una piega sempre più punk) ma per tutte quelle che meritavano, o che semplicemente ci stavano simpatiche.

    Colgo l'occasione per salutare lulù, che ha diviso con noi l'insalata di mare molliccia e il sapore di sale. Per il resto chisseneimporta. Noi facciam bene come facciamo, ci piace così.

    Scusate il ritardo del resoconto... siamo rimaste qualche giorno sulla spiaggia, già che c'eravamo.

    • shares
    • Mail