"Privates" il primo videogioco sparatutto a entrare nella vagina, e non solo

Zombie Cow Studios e Channel 4 hanno presentato un nuovo videogioco per pc e Xbox, unico nel suo genere, "Privates". Protagonisti: marines incappucciati da super-profilattici; destinazione: le profondità della vagina; oppure del retto; mostri da sconfiggere: batteri, virus e quant'altro di orribile possa formarsi nei suddetti reconditi accessi. In questo mi ricorda il cartone "Siamo fatti così", dove eserciti di leucociti sparavano dalle loro navicelle contro gli invasori batteriologici.

Il videogioco, per inciso uno sparatutto, è stato definito folle ed eccitante. Probabilmente incarna tutti i più banali desideri maschili (entrare dentro i buchi di una donna, avere una pistola o meglio ancora un mitra al posto del pene, sparare tutta la loro virilità per confermare il proprio potere), ma "Privates" vuole essere anche una provocazione e un incitamento all'utilizzo del preservativo durante i rapporti, nonchè uno strumento di conoscenza indiretta delle malattie che ci si potrebbe trasmettere senza detta protezione durante il sesso.

Non so cosa pensare a riguardo, perchè posso condividere la follia, posso forse anche capire l'intento "educativo", ma non vedo nulla di eccitante nel trovare all'interno della vagina orrendi mostriciattoli melmosi, una visione paragonabile nel mio immaginario alla temibile e mitica vagina dentata. Ma forse da donna, certe cose non posso comprenderle!

Via | Thesixtaxis

  • shares
  • Mail