Se il tuo compagno è più giovane aumenta il tuo rischio di mortalità. Ora tocca ferro e leggi perché.

Secondo ScienceDaily le mogli più giovani fanno bene alla salute dei mariti perché li spronano a tenersi in forma, a condurre una vita sana e piena di eventi sociali, oltre al fatto che comunque si prendono cura di loro.

I mariti più giovani invece si comportano diversamente perché le loro mogli fanno già vita sociale ed hanno normalmente degli “aiutanti” tra amiche e amici. Insomma non aspettavano sull’uscio della porta che arrivassero i maritini a salvarle da una vita vuota.

La cosa inquietante riguardo il rapporto uomo-giovane/donna-matura viene fuori però da un’altro studio dell’istituto tedesco di ricerca demografica Max Planck: i mariti più giovani farebbero morire prima le mogli.

Secondo Science Daily è l’emarginazione sociale ad influire sulla salute della moglie. Una donna che sposa un uomo più giovane si discosta da quella che è la “normalità”, viola norme sociali e ne paga le scotto con delle “sanzioni sociali”, quali l’emarginazione e un minor supporto dalla comunità. Non diciamo lebbrosi ma quasi. Questo porta a condurre un esistenza meno serena e felice, maggior stress quindi salute compromessa e aumento della mortalità.

Il quadro è inquietante ma profondamente vero, se ci fossimo illuse che la donna viva il rapporto con un uomo più giovane al di là dei pregiudizi e delle convenzioni purtroppo non sembra così. La ricetta per la felicità della donna secondo la scienza è trovare un marito coetaneo, visto che sia quello più giovane che quello più vecchio, per altri motivi, aumentano la mortalità femminile.

Oltre a bello, intelligente, brillante, affascinante, passionale e benestante dobbiamo anche aggiungere “coetaneo”. Non sarà chiedere troppo?

Foto | Nymag
Via | Jezebel

  • shares
  • Mail