Sospetto tradimento: le donne spiano più degli uomini, con l'aiuto delle nuove tecnologie


La London School of Economics e la Nottingham Trent University hanno condotto uno studio su 920 coppie sposate, con un'età media di 49 anni e circa 20 anni di matrimonio alle spalle, per scoprire quanto le nuove tecnologie possano influenzare i comportamenti tra uomini e donne, soprattutto in caso di sospetto tradimento.

Ne è risultato che il 14% delle donne spia la casella mail del marito, contro l'8% degli uomini; che il 13% delle donne sbircia i messaggini sul cellulare del marito, contro il 6-7% degli uomini; che il 10% delle donne controlla la cronologia web del marito, contro il 7% degli uomini.

Alla faccia della fiducia, sappiate che questi dati sono corredati da una parola che li rende ancora più fastidiosi: "regolarmente". Queste donne (ma anche se in minor parte questi uomini) spiano regolarmente gli spazi "elettronici" dell'altro componente della coppia, come se fosse una cosa naturale e giustificata, e non un'azione di cui vergognarsi.

Le spiegazioni possibili sono soltanto due: o queste persone sono già state tradite una volta e non riescono più a recuperare la stessa intesa di prima; oppure il passare degli anni invece di rafforzare l'intimità, ha completamente sradicato qualunque sentimento di fiducia. E non si dica che è colpa della tecnologia.

Via | Timesonline

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA&LIFESTYLE DI BLOGO