I prodotti per eliminare pori dilatati e cicatrici da acne, quanto costano e dove si comprano

I pori dilatati e l'acne (con conseguenti cicatrici da acne) sono due problemi che compiscono molte donne purtroppo, comprese le celebrities, basti pensare alla lotta all'acne in età adulta di Cameron Diaz. Se i pori interessano in particolare la zona T (fronte e naso) dove la pelle è più grassa, le zone lucide aumentano e i pori si dilatano. L'acne invece può interessare non solo tutto il viso, ma anche il corpo: si ha a che fare non con semplici brufoletti, come quelli di adolescenziali, ma con una problematica molto più difficile che una volta risolta lascia brutte cicatrici. Nel caso dell'acne i rimedi non possono essere fai da te ma è necessario un consulto medico; nel caso dei pori esiste qualche rimedio che possa in qualche modo ridurre la dilatazione.

Una volta che i pori dilatati si sono creati non si possono eliminare. Quello che si può fare è cercare di evitare che si diffondano o che si dilatino ulteriormente.

Per fare in modo che i pori non si dilatino utilizzate tonici e creme astringenti, cercando di curare la pelle con prodotti adeguati. I pori dilatati sono tipici delle pelli grasse o asfittiche, in questo caso è molto importante la scelta dei cosmetici che andate a utilizzare sul viso, e sui pori: devono essere cosmetici che lascino traspirare la pelle, evitate quindi prodotti pesanti effetto cerone o trucco waterproof e pulite sempre i pennelli.

In caso di pori dilatati i fondotinta da utilizzare devono avete una texture fluida, con effetto mat, evitate i perlescenti, utilizzate la cipria con moderazione, e se riuscite sostituitela alla polvere di riso. Evitate creme viso eccessivamente grasse. Utilizzate maschere istantanee, prediligendo la detersione del viso con prodotti non aggressivi.

Per attenuare o eliminare i segni dell’acne, che siano macchie o cicatrici, sono in vendita numerosi prodotti di skincare per questa tipologia di pelli, ovvero quelle acneiche e problematiche.

E' sempre importante una costante ed efficace cura della pelle, facendo almeno una volta a settimana un peeling chimico per eliminare cellule morte e rendere più levigate le cicatrici. Utilizzate una crema specifica che agisca sulla discromia delle cicatrici.

Per ridurre le cicatrici però i peeling casalinghi o una crema specifica non bastano, la cosa più saggia da fare è affidarsi a un dermatologo che vi suggerirà le possibili via da percorrere per attenuarle. Sulle cicatrici si suole intervenire con delle tecniche abrasiva come il Laser, la Dermoabrasione e il Peeling diverso da quello che si fa in casa. I risultati dipendono dalla pelle e dal tipo di cicatrici. Esistono diversi tipi di laser il cui prezzo varia ma si aggira intorno ai 3000 euro.
Il trucco può essere un ottimo alleato per nascondere le cicatrici, ma i prodotti da utilizzare di base sono solo due, fondotinta e correttore. Oltre a questi, esistono anche i primer e le ciprie, prodotti specifici per nascondere piccole cicatrici e pori dilatati. Evitate però un utilizzo quotidiano dei primer, in quanto contengono siliconi.

Foto | Pinterest @Kaitlin Branch

  • shares
  • Mail