Sono sovrappeso: quante volte l'abbiamo detto?

Quando ci mettiamo a dieta o ci impegniamo in un'attività fisica non facciamo altro che controllare la bilancia. Questo però è il problema minore. Vi faccio una domanda: nella vostra vita quante volte vi siete ritrovate a parlare del vostro corpo, in negativo, con le amiche? Lasciamo perdere gli episodi di falsa modestia, quei momenti in cui siamo in forma ma non si sa perché non vogliamo ammetterlo.

Parlo di tutte quelle volte che abbiamo detto: guarda qui (la cellulite, i cuscinetti, il seno, il giro vita, le braccia, le cosce, i polpacci, le labbra e chi più ne ha più ne metta). Sono sicura che anche se siete giovanissime vi è accaduto spesso. Non è che crescendo la situazione migliori. Una volta, le donne sapevano che arrivate alla maternità avrebbero potuto finalmente mettersi tranquille e dire: eh sai, si sono rilassati i tessuti.

Ma oggi qualcuno sostiene che i quaranta sono i nuovi venti e in giro ci sono attrici e modelle che sembrano più giovani delle ventenni. Non che il risultato sia sempre dei migliori, ma è sufficiente a mettere in crisi noi donne normali. Le poche volte in cui ho ascoltato degli uomini fare questo genere di discorsi ho notato che si guardavano, notavano e ammettevano tutti i loro difetti ma con un sorriso sereno e tranquillo perché non avevano nessuna intenzione di perdere tempo a rimediare.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail