Per la cena di San Valentino ecco come apparecchiare la tavola

Manca poco più di una settimana alla festa degli innamorati e, per chi ha optato per la romantica cenetta a due in casa, già fervono i preparativi per rendere tutto perfetto. Ma se il menù è a posto, ricercato e curatissimo come piace a noi, siamo state anche brave ad immaginare come sarà la nostra tavola imbandita? Vediamo insieme come apparecchiarla alla perfezione per il giorno di San Valentino, per non lasciare proprio nulla al caso e stupire la nostra dolce metà del cielo.


  • Step 1: la tovaglia - Può sembrare banale, ma di fatto questo è un particolare che armonizza il contesto e fa capire bene il tema della serata. Non è necessario scegliere raso rosso o satin per dare un aspetto elegante alla tavola, basta semplicemente scegliere con cura fantasia e motivi, giocando anche sull'effetto sovrapposto. Ad esempio, se abbiamo una tovaglia bianca ricamata, possiamo metterla come strato superiore ad una di semplice cotone rosso più lunga. In questo modo daremo subito il giusto effetto di ricercatezza all'ambiente.


  • Step 2: i fiori - Anche se il tripudio di rose, orchidee e tulipani sparsi in ogni dove ci alletta, non dimentichiamo che il nostro lui potrebbe omaggiarci con un romantico mazzo fatto sistemare ad arte dal fioraio. È sempre bene lasciare sul tavolo uno spazio per mettere un bel vaso da fiori con il dono che ci è stato fatto. Noi però possiamo sbizzarrirci con i boccioli e con i petali: i primi li metteremo in bicchierini di vetro trasparente e li sistemeremo uniti da un fiocco rosso se la forma del tavolo è circolare, mentre li potremo disporre per lungo, a distanza regolare, se il tavolo è rettangolare. Per i secondi non c'è limite, siate generose e cospargete soprattutto le zone vicine ai vasetti coi boccioli.

  • Step 3: le candele - Candele o moccoli, questo è il dilemma. Presto sciolto da Pinkblog: se avete una tavolata lunga vi potete permettere il lusso di puntare sulle altezze dei candelabri, che diversamente sarebbero anche piuttosto scomodi e instabili su tavolini piccoli (vi vorrete pur muovere liberamente senza il rischio di urtarli, no?). Mentre in quest'ultimo caso vi converrà optare per i moccoli, piccoli, discreti, dalla base più solida e quindi più adatti all'occasione. Se poi volete una via di mezzo create una composizione per centrotavola con un cero centrale attorniato di fiori, frutta, rami, e foglie, oppure puntate sulle candele galleggianti, ben sistemate in un contenitore adatto.

  • Step 4: il menù - Si, lo sappiamo che siete state lungimiranti e che la parte mangereccia è già tutta ben organizzata, ma lui non lo sa! Ecco perché potete creare un menù cartaceo, tipo ristorantino, rigorosamente scritto a mano e arricchito da disegni e particolari che sapete essere graditi al vostro Valentino. Il menù può essere piano e unico, fissato alle mollettine dei portafoto metallici oppure doppio a portafoglio, posizionato sul tovagliolo e chiuso con un nastrino. Sarà un tocco chic in più, oltre che un bel ricordo della serata.

  • Step 5: i tovaglioli - La posizione è importante, in quanto il tovagliolo si presta ad una serie di variazioni, personalizzazioni e spostamenti, come niente altro sulla tavola. Potete posizionarlo piegato sopra al piatto, con i ricami in mostra, o accanto, sotto le posate, lo potete mettere nel bicchiere da vino, oppure vi potete sbizzarrire dandogli le forme più diverse. I classici sono: a rosa, a cuore e a cigno.

  • Step 6: le posate - Ovviamente sceglierete quelle che meglio si adattano all'occasione. È chiaro che se la tavola è apparecchiata in modo più rustico, le classiche in acciaio inox andranno benissimo, al contrario di quelle di argento, molto più adatte a piatti, bicchieri, tovaglie e tovaglioli di un certo prestigio. Però anche qui potete dare il vostro tocco personale, ad esempio tenendole legate da un nastrino rosso. Se invece volete rispettare le posizioni classiche delle stoviglie, ma non volete rinunciare alla chicca romantica, potete puntare su mollettine a tema valentinesco per i tovaglioli oppure nastri e ciondolini per la base dei calici.

  • Step 7: le sedie - Spesso trascurate, in quanto quando si pensa alla tavola, vengono considerate come oggetti a se stanti, che non ne fanno parte. Invece no, le sedie sono un complemento d'arredo del soggiorno che salta subito all'occhio e che può essere personalizzato a piacimento, specie se la serata è romantica ma non formale. Cuscini rossi, coperture con nastri a fiocco e, per le inguaribili bambinone, anche due peluche maschio e femmina a tenere "caldo" il posto prima che arrivino a sedersi i legittimi commensali. Queste sono solo alcune idee che possono essere sfruttate per completare il tutto.

  • Step 8: gli ammennicoli vari - E qui davvero potete sbizzarrirvi: decorazioni fatte da voi con la pasta di sale, specchi usati come sottopiatto o sotto centrotavola, cristalli, pietre di vetro, sassi e conchiglie per riempire gli spazi, fino ad arrivare ai classici Thun, se vi piacciono, scegliendo figure adatte all'evento. Tutto va bene, purché rispetti il tema che avete scelto (serata elegante classica, rustica, mille e una notte, serata in stile asiatico, etc...) e non sembri fuori luogo. Se avete previsto un piccolo cadeau per l'amato potete mettere in tavola anche la scatolina impacchettata. Sarà un omaggio dolce che potrà aprire prima o dopo la cena e che renderà la serata ancora più indimenticabile.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail