Cosa mangiare contro il gonfiore addominale?

Al tema gonfiore addominale Pinkblog ha dedicato sempre particolare spazio. Sarà perché è un problema che colpisce soprattutto noi donne, visto che una delle cause deriva dai nostri consueti "movimenti ormonali" che contribuiscono direttamente e indirettamente a far lievitare il pancino. Ci farà piacere sapere che esistono dei cibi in grado di contrastare questo fastidio in modo naturale, aiutando a sentirci subito meglio e meno a disagio. Vediamo quali sono.


  • I cibi contro la ritenzione idrica - E già, perché parte del brutto senso di pesantezza e gonfiore, deriva proprio da un ristagno di liquidi. Che sia perché abbiamo fatto un pranzo abbondante o perché siamo nel nostro periodo, alcuni alimenti possono subito tamponare il disagio. Ad esempio gli asparagi, dotati di un buon effetto diuretico, così come i finocchi (i cui semi sono ottimi in decotto per la digestione), l'ananas, l'ortica, il sedano e il tarassaco, usatissimo proprio per problemi di questo tipo.


  • I cibi contro i gas intestinali - Quando il tratto digerente non è in grado di elaborare alcuni tipi di alimenti (magari anche a causa di particolari intolleranze), capita che i batteri presenti nel colon vadano ad erodere i nutrienti non digeriti che transitano nell'intestino, causando gas e gonfiore. In questo caso cercheremo di evitare pane, pasta e prodotti lievitati, preferendo il riso, purché condito senza sughi pesanti. Lo zenzero poi è un toccasana per eliminare i gas accumulati, così come il carbone vegetale, facilmente reperibile in erboristeria.

  • I cibi contro gli spasmi - Spesso il gonfiore addominale è derivato da infezioni virali del tratto gastro-intestinale, oppure dai famosi movimenti ormonali tipicamente femminili a cui si accennava prima. Nel primo caso è necessario disinfettare e pulire con i fermenti lattici tutto il tratto. Una cura a base di yogurt o di boccette di lattobacilli aiuterà a guarire prima e a ritrovare la pace. In caso di dissenteria affidatevi anche al potere benefico dei limoni, il cui succo è in grado di riequilibrare la situazione. Nel secondo caso sarà necessario bere tanta acqua per depurare il fisico, consumare cibi integrali e verdura cruda: in questo modo facilitiamo il transito e riduciamo i crampi.

  • La frutta buona - Tutta la frutta lo è, ma per il gonfiore ce ne sono tipi migliori di altri. Ad esempio le banane, dense e in grado di ridurre il sodio in circolo, oppure l'anguria, che è ricchissima d'acqua e stimola la diuresi. Ma anche l'uva rossa, che contiene acqua e fibre e soddisfa la nostra voglia di dolcezza aiutandoci a ridurre la pesantezza di pancia.

  • Gli ortaggi giusti - Alcuni vegetali contribuiscono a creare o ad accentuare il senso di gonfiore, altri fanno l'esatto opposto, aiutandoci a liberarcene. È il caso del cetriolo, che contiene una riserva di acqua e sali minerali in grado di depurare il nostro fisico, disintossicandoci dall'interno. Oppure della carota, il cui succo è un valido alleato della flora batterica intestinale, che riequilibra e fortifica. Per non parlare di quello di zucca, ortaggio dalle ben note proprietà anti-acido e anti-infiammo della mucosa gastrica.

  • Le tisane - Utilissime in caso di indigestione, congestione, costipazione, crampi addominali, stitichezza e gastrite. I fiori, le erbe e i frutti possono essere sapientemente mescolati fino a trovare il mix giusto che possa porre rimedio ai nostri problemi. Anice, cumino, finocchio, cardamomo, menta piperita, liquirizia e chiodi di garofano sono solo alcuni ingredienti utili a contrastare il gonfiore addominale. Per fronteggiare le cause specifiche vi raccomandiamo il consiglio dell'erborista di fiducia, che vi conosce e sa come venirvi incontro.
  • shares
  • Mail