La ricetta delle bugie di Carnevale ripiene


Le bugie di Carnevale ripiene sono una variante delle classiche bugie, o Chiacchiere, famose e amate in tutta Italia e nel mondo. Le bugie si possono farcire con quello che preferite, potete usare marmellata, crema pasticcera, crema al limone o al cioccolato, ma anche della semplice nutella. Scegliete in base ai vostri gusti e a quelli dei vostri ospiti.

Se decidete di fare varie farciture diverse, per evitare di fare confusione potete dividere l’impasto in varie porzioni e friggere le bugie ripiene a gruppi, mettete ogni tipo in una ciotola e poi le decorate con zucchero a velo, cannella o cacao amaro.

Ingredienti

  • 500 gr di farina
  • 4 uova
  • 2 cucchiai di vino bianco secco
  • 40 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • marmellata di vari gusti, nutella o creme
  • olio per friggere
  • zucchero per decorare

Preparazione
Sbattete le uova con lo zucchero e il sale fino ad avere un composto gonfio e chiaro, unite quindi la scorza di limone grattugiata, il burro fuso e il vino bianco. Poi aggiungete la farina e impastate bene fino ad avere un composto liscio ed elastico, fate una palla, avvolgetela con la pellicola e fate riposare per mezz’ora a temperatura ambiente.

Stendete la sfoglia con il mattarello e con la macchinetta per la pasta fino a fare uno strato sottile, mettetelo su una spianatoia leggermente infarinata e mettete mezzo cucchiaino di ripieno alla stessa distanza l’uno dall’altro. Poi piegate la pasta, come si fa per i ravioli, e bagnate leggermente i bordi. Con la rotella dentellata ritagliate le bugie e premete i bordi in modo da sigillare il ripieno. Se volete potete usare gli stampi per i panzerotti o quelli singoli per i ravioli.

Friggete le bugie, poche per volta, in abbondante olio caldo, poi scolatele sulla carta da cucina e spolverizzatele con lo zucchero a velo. Sigillate bene i bordi delle bugie perché altrimenti rischiate che si aprano in cottura.

Foto|google images

  • shares
  • Mail