Come dire di no a un ragazzo: suggerimenti dal pianeta marziano

Come dire di no a un ragazzo che proprio non ci piace, ma che non vogliamo ferire? A me è capitato di utilizzare sempre la stessa scusa, "ho un altro per la testa", efficace e indolore. Ma spudoratamente falsa. E non è stato bello. Come affrontare dunque situazioni così spinose?

Le ragazze di Glamour lo hanno chiesto ai ragazzi di GuySpeak: quale miglior risposta infatti se non quella che proviene dai diretti interessati? Per la popolazione marziana le regole fondamentali sono due: la prima è che se un ragazzo non ci piace non dobbiamo assolutamente continuare a uscirci, per il suo e il nostro bene. La seconda è che dobbiamo essere sincere e dirette.

Ecco il punto: le scuse secondo loro peggiorerebbero soltanto le cose, perchè se un ragazzo non è bello o affascinante o alla moda, non è detto che sia anche stupido. "Scusa sono io il problema, non sei tu", "Sei un bravo ragazzo e io no", sono frasi fatte che rischiano veramente di ferire l'intelligenza. Rispondere invece ad esempio con un "No, grazie, preferirei se rimanessimo amici", evita qualunque imbarazzo e toglie tutti i dubbi. Starà poi al rifiutato di turno sapersi comportare di conseguenza.

I miei amici del pianeta marziano sono d'accordo e aggiungono però che essere dirette e sincere non significa essere crudeli. Quindi evitiamo i caratteri cubitali dell'immagine, ma cerchiamo di non creare situazioni che possano essere fraintese.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail