La regina maledetta, la figura di una donna straordinaria

Straordinaria, nel bene e nel male. La verità su di lei probabilmente non sarà mai cosa certa, perchè la sua memoria è stata infangata politicamente e storicamente, tanto che solo nel secolo scorso gli studiosi sono riusciti a rivalutarla, come donna e come regina: Caterina de Medici, un'italiana che è stata delfina, regina, reggente e regina madre di Francia, attraversando decenni difficili e tormentati fin dalla tenera età.

"La regina maledetta" è il romanzo che ho appena finito di leggere, scritto da Jeanne Kalogridis, che racconta magistralmente la storia di questa donna misteriosa e imponente, mescolando ad arte fantasia e storia, realtà e finzione, o forse raccontando semplicemente quella verità che non potrà mai essere confermata scientificamente. E parlando soprattutto della donna, più che della figura politica, della bambina orfana e impaurita che impara a sopravvivere senza sconti.

La regina maledetta è una storia da leggere tutta d'un fiato, un romanzo per certi versi cupo, sicuramente triste, venato d'angoscia, ma anche di un'incontenibile forza. La figura di una donna che prima di ogni cosa ha saputo amare con tutta se stessa, che ha saputo subire, ingoiare umiliazioni, superare momenti terribili, emerge con prepotenza, in tutta la sua debolezza di bambina, moglie e madre ferita, ma anche in tutta la sua potenza evocativa.

Nel bene, ma anche nell'oscurità più terribile, la sinergia femminile che si stabilisce con questa figura del passato è così salda che risulta impossibile condannarla, anche quando ciò che commette appare abominevole: la sua storia è segnata, i suoi sogni di sangue la tormentano e non esita a ricorrere ad altro sangue per salvarsi, ma soprattutto per salvare il suo amore. Dilaniata dai doveri e sopraffatta dagli affetti.

Sono rimasta ammaliata, atterrita, attratta da questa donna, quasi come se avessi voluto cospirare con lei, per salvarla da quella tristezza infinita che non l'hai mai abbandonata per 70 lunghi anni. Per questo voglio consigliarvi questa lettura: perchè è un'occasione per stabilire un legame forte con un'altra donna, che anche se vissuta oltre quattro secoli fa, continua a comunicare qualcosa, soprattutto alle donne, che pur non essendo regine o principesse, affrontano spesso scelte difficili e coraggiose, venate d'amore e di disperazione.

  • shares
  • Mail