Il giorno preferito per lasciarsi? Il lunedì, parola di Facebook


Se è vero che le diete si iniziano sempre di lunedì, allora perchè non cercare anche una nuova vita sentimentale nello stesso giorno? E' il più indicato in fondo, è l'inizio di una nuova settimana, un altro giorno per dirla alla Rossella O'Hara, un altro capitolo.

A illuminarci sul ruolo del lunedì come scelta di rottura ma anche di nuovo inizio è il novello oracolo (oppure oroscopo se ci piace di più il termine) che Facebook rappresenta, semplicemente come bacino di studio sociologico immenso e alla portata di tutti.

Ad analizzarlo, seguendo l'andamento di parole come "rottura" o comunque attinenti alla fine di una storia su oltre 10.000 status di Facebook, è stato un giornalista inglese di nome David McCandless, specializzato nella rielaborazione visiva di dati: ne è conseguito un grafico (nell'immagine) che mostra chiaramente i picchi preferiti dalle persone per lasciarsi.

Oltre a due periodi dell'anno a rischio, due settimane prima di Natale e a marzo, quando la stagione dei nuovi amori pulsa inesorabile, è emerso appunto che durante tutto il corso dell'anno il giorno della settimana preferito per lasciarsi è proprio il lunedì.

Un'unica consolazione in tutto questo: c'è un giorno dell'anno in cui proprio nessuna di noi dovrà mai temere di essere lasciata oppure di avere la folgorazione necessaria per lasciare. Si tratta del Natale, troppo legato probabilmente ai sentimenti, o forse troppo legato alla cena di famiglia, che costringe i fidanzati a stare lontani e quindi anche a non potersi lasciare (oddio ci sono sempre gli sms...). A meno che il 25 dicembre non cada proprio di lunedì...

Via | Repubblica

Foto | NYT

  • shares
  • Mail