Morta Adriana Zarri, l'eremita donna

adriana zarri da giovaneNon c'è bisogno di essere teologhe o filosofe per apprezzare o aver voglia di conoscere Adriana Zarri, che è morta ieri all'età di novantuno anni. In un'epoca in cui i nostri riferimenti di pensiero sono a volte, sottolineo a volte, le quattro amiche protagoniste di Sex and the City, non sarebbe male ricordare donne che hanno creato scandalo per il solo fatto di essersi mostrate capaci di pensare.

La Zarri ha sempre fatto molto discutere perché prima donna ad aver infranto il monopolio del pensiero teologico in modo rigoroso. Non dava scandalo la Zarri, non rivendicava il diritto al sacerdozio, ma pensava, scriveva, si confrontava. Portava il suo essere donna in campi che non dovrebbero mai essere connotati dalla sessualità di chi ci si muove dentro.

Diceva della fede (riporto la citazione dall'Enciclopedia delle donne):

«Credo che noi abbiamo un concetto molto intellettualistico della fede. La fede non è necessariamente credere nell’esistenza di Dio, nella divinità di Cristo, nella risurrezione, nei cosiddetti contenuti di fede. La fede è soprattutto un atteggiamento di ascolto, di disponibilità».

Tipico di noi donne.

Foto | Enciclopedia delle donne

  • shares
  • Mail