I cibi che non dovremmo mangiare quando facciamo sport

Ci sono alimenti indicatissimi quando sosteniamo un'attività fisica di una certa importanza, che ci danno energia e sono veloci da assimilare. Ma ci sono, ahinoi, anche cibi che non dovremmo mangiare quando facciamo sport e alla cui categoria non appartengono solo quelli troppo grassi o calorici. Oggi vedremo insieme quali sono questi "sabotatori mascherati" della nostra attività sportiva, in modo da poterli evitare o, quantomeno, consumare lontano dalle sessioni settimanali di fitness.


  • I legumi - Indispensabili nella dieta, sono anche da evitare a distanza di qualche ora dalla regolare "sudata" sportiva. Fagioli, ceci e lenticchie, infatti, sono ricchi di carboidrati non digeribili, i quali provocano quel fastidioso senso di gonfiore all'addome, una condizione poco propizia quando si è in palestra e si devono fare esercizi che richiedono, invece, movimenti fluidi del corpo.


  • I prodotti caseari - Specie se fatti a base di latte intero, i prodotti a base di latticini possono crearci qualche problema di performance sportiva. Il latte spesso appesantisce la digestione, provocandoci un lieve stato di letargia e poca lucidità. Per questa ragione sarebbe bene non assumere nulla che lo contenga almeno due ore prima dello sforzo fisico, in modo da scongiurare il senso di affaticamento e fiacca che mal si concilia con l'attività sportiva.

  • Le bibite gassate - L'idratazione per uno sportivo è vitale, in quanto la perdita di liquidi che avviene attraverso la sudorazione, va prontamente compensata con acqua, spremute fresche e integratori di sali minerali. Al contrario, le bibite addizionate con anidride carbonica sono da evitare, in quanto gonfiano la pancia e contengono coloranti, conservanti e zuccheri chimici che affaticano in corpo. E questo particolare è sempre bene tenerlo a mente, anche per i non sportivi.

  • I cibi troppo salati - Proprio perché, come già detto, i liquidi sono importantissimi per chi fa sport, è buona regola cercare di evitare gli alimenti che alterano l'equilibrio dei fluidi corporei. A tal proposito i prodotti da forno confezionati, la frutta secca tostata e salata e le patatine in busta, sono i primi cibi da eliminare dalla dispensa, in quanto contengono quantità industriali di sale. Limitiamo anche l'uso dei dadi da brodo e delle zuppe liofilizzate, piene di insaporitori chimici e del temuto glutammato monosodico.

  • I cibi piccanti - La punta di pepe o peperoncino non è problematica, specie se si associa l'attività fisica ad una dieta dimagrante equilibrata. Le spezie calde hanno il potere di accelerare il metabolismo, ma sono anche controproducenti se assunte a ridosso di una sessione di fitness, in quanto possono creare bruciore di stomaco e reflusso gastrico. Condizioni fisiche che mal si conciliano con l'attività sportiva.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail