Flirtare: qualche suggerimento per non essere colte impreprate

Prima di qualunque relazione, prima di qualunque approccio intenzionalmente amoroso, esiste un periodo estremamente magico e denso di emozioni, che francamente è quello che preferisco vivere e ricordare nella maggior parte dei casi. E' flirtare infatti che dona sensazioni eccitanti ed euforiche a chi sente il desiderio di un'altra persona.

Flirtare, dicono alcuni, è un'arte. Buona dose a parer mio viene dall'istinto, ma forse è bene tenere a mente qualche piccolo suggerimento per lasciare che poi il nostro intuito faccia il resto, altrimenti si rischia il "blocco da emozione"; in ogni caso è consigliabile conoscere i segnali di un flirt, per saper riconoscere quando un uomo ci si sta avvicinando con determinate intenzioni.

Si può flirtare in tanti modi dunque: attraverso gli occhi, che con determinati sguardi, diretti e ammiccanti o talvolta sfuggenti, sono in grado di attirare l'attenzione; attraverso i gesti, sensuali e intenzionali anche se non esplicitamente, come toccarsi i capelli, leccarsi le labbra; attraverso le posizioni: mettersi in direzione dell'altra persona con spalle, gambe e testa è fondamentale; con contatti sfuggenti e apparentemente casuali: toccare una mano, un braccio, esercitare un po' di pressione e poi subito lasciare la presa, sono gesti molto efficaci e che ci possono anche dare una dimensione della risposta dall'altra persona.

Come preferite flirtare di solito? Utilizzate uno di questi "metodi", oppure li alternate a seconda delle situazioni e di chi avete di fronte? E come vi piace invece che vi si approcci?

Via | Onlinedating

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail