L'anoressia non è un contraccettivo

L'anoressia non è un contraccettivoThe Norwegian Mother and Child Cohort Study ha condotto una ricerca i cui risultati mi hanno alquanto scioccato. Le donne che si identificano come anoressiche hanno molte probabilità in più (il triplo) di avere una gravidanza non pianificata rispetto alle altre donne.

Come mai? Solo perché una donna non ha più le mestruazioni non significa che si fermi l'ovulazione.

Su 62.060 donne che hanno partecipato allo studio, 62 si sono identificate come anoressiche e la metà di loro è rimasta incinta per caso rispetto a solo il 19 per cento delle altre donne, e il 24 per cento delle donne che soffrono di questo disturbo del comportamento alimentare dice di aver avuto un aborto rispetto al 15 per cento dell'altro gruppo.

Foto | Flickr
Via | Doublex

L'amenorrea, l'assenza di mestruazioni, può essere causata da una lunga serie di cambiamenti a livello di organi, ghiandole e ormoni. Ad alcune donne anoressiche si blocca l'ovulazione, ma è chiaro che alla maggior parte non capita. Inoltre molte donne che soffrono di anoressia hanno ancora cicli regolari, quindi la questione è molto ambigua e non bisogna fraintendere.

Qualunque cosa accada, un' informazione deve essere chiara: evidentemente non ci si rende conto che la gravidanza può verificarsi anche in un periodo di amenorrea. L'anoressia non è un contraccettivo.

  • shares
  • Mail