Tacchi alti e piedi doloranti? Le soluzioni

Qualche dritta ve l’avevamo già data. Adesso ne aggiungiamo qualcun’altra, perché non si fa mai abbastanza per salvare noi stesse dai tanto amati trampoli. D’altronde, rinunciarvi è del tutto improponibile.
Oltre ai consigli per un corretto stile di vita che non faccia soffrire troppo le nostre gambe, il mercato offre una serie di prodotti che possono diventare preziosi alleati nella battaglia contro piedi gonfi e doloranti.

Per esempio Sock Salve, calze speciali che rilasciano polimeri e olii nutrienti, da indossare per venti minuti. Il risultato: piedini idratati a fondo, più lisci e, soprattutto, rilassati.

Per votarsi al lusso estremo, invece, c’è la spatola per levigare i talloni ricoperta di polvere di diamante. Chi l'ha provata dice che funziona. Ma forse basta la più classica e ben più economica pietra pomice. Da raccogliere in spiaggia, se proprio non si vuole spendere un centesimo. Funziona anche quella, garantito.

Sconsigliati invece i tanto decantati, e fallimentari, cuscinetti di silicone da mettere sotto la pianta del piede. Sfuggono! Ed è proprio antiestetico, la mia figuraccia lo conferma, vederli sbucare fuori dal sandalo tacco 12. A parte che col sudore tendono a guizzare come pesci impazziti. Insomma, bocciati.

Al rientro a casa, non dite di non avere tempo. Un pediluvio non si nega a nessuno, figuriamoci ai vostri piedini che vi hanno sorretto eroicamente su tacchi impossibili per tutto il giorno, quindi niente scuse. Timo, rosmarino, sali rinfrescanti e acqua tiepida. Se volete concedervi un piccolo lusso, si possono aggiungere fiori freschi: gelsomini o petali di rosa.
Dopo, una crema specifica per idratare a fondo, soprattutto i talloni, che d’estate tendono a screpolarsi. Ne ho un sacro orrore, spalmo e spalmo tutto le sere. Olio di mandorle, per la precisione. Efficace e poco costoso. Magari non siate esagerate come me, ma non dimenticate di prendervene cura.

  • shares
  • Mail