Illuminare con le luci a LED, quali lampade scegliere per ogni stanza

luci a LED

Le luci a LED sono diventate un'ottima soluzione per illuminare ogni stanza della casa, soprattutto da quando, lo scorso primo settembre, le lampadine a incandescenza sono diventate "fuori legge". Tra le nuove soluzioni che possiamo adottare per rendere luminoso ogni ambiente della nostra abitazione, sicuramente i LED sono molto efficaci, anche perché moderni e con design molto accattivanti.

Per illuminare al meglio ogni stanza della casa dobbiamo però scegliere i migliori LED, scegliere quelli che ci permette di dare maggiore luce, anche agli angoli più bui, oltre che risparmiare un po' sulla bolletta della luce. Andiamo a vedere, allora, quali sono le luci migliori a LED che possiamo inserire con tranquillità nei diversi ambienti della casa.

Come ben spiegato dai nostri amici di Designerblog esistono diversi tipi di luci a LED, che si distinguono per classi di efficienza energetica, per flusso luminoso (LUMED), per potenza (WATT), per durata di vita in ore media e, infine, anche per efficienza luminosa (Lumen/Watt), senza dimenticare la temperatura di colore (bianco caldo, neutro o freddo, rosso, blu, verde e giallo) e l'indice di resa cromatica.

Negli ambienti dove siamo soliti vivere gran parte della giornata, magari leggendo un libro o un giornale, oppure scrivendo al computer, meglio usare luci a LED con indice di resa cromatica non inferiore a 85. In camera dagli ambienti troppo grandi non usate un'unica lampada a LED con valore alto di efficienza luminosa, perché altrimenti farete fatica ad illuminare tutto l'ambiente, mentre è ideale per piccoli spazi.

Per le grandi stanze optate, dunque, per più punti luci, che dovranno essere posizionati in maniera strategica, per permettere l'illuminazione simultanea o separata di ogni più piccolo angolo dell'ambiente: evitate zone buie, perché non solo poco pratiche, ma anche poco gradevoli da ammirare.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail