Gli effetti del cambiamento climatico sulle donne

green womanIn occasione del Live Earth pink riflette sulla questione ambientale, vista con gli occhi delle donne. In italia l'Associazione Donne e Ambiente lotta per l'affermazione del punto di vista di genere nelle questioni ambientali, ecologiche ed animaliste sulla convinzione che non ci possa essere sviluppo sostenibile senza l'apporto del punto di vista femminile.

A livello internazionale è invece vivo da circa un decennio un dibattito sull'influenza dei cambiamenti climatici sul genere e di come le conseguenze del cambiamento siano più forti per le donne. I cambiamenti climatici influenzano la disponibilità delle risorse per la sopravvivenza ed i disastri ambientali causati dal surriscaldamento terrestre colpiscono i poveri. Le donne, sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo, sono più povere degli uomini, quindi sono maggiormente a rischio nei casi di calamità. Esse sono, inoltre, responsabili di reperire cibo e acqua per se stesse e le proprie famiglie.

Il dibattito è lungo e ben articolato, tocca tutte i punti fondamentali della questione ambientale vista nelle conseguenze sul genere e mira ad ottenere un riconoscimento dell'importanza e della necessità di una prospettiva femminile nel dibattito internazionale.

Credo che in quanto soggetti maggiormente a rischio dovremmo essere tutelate, ma non so quanto possa essere giusto studiare ed occuparsi della questione ambientale dal punto di vista del genere. Credo sia più urgente occuparsene. Pensate sia giusto studiare la questione ambientale dal punto di vista dei generi? Credete che l'apporto delle donne possa essere fondamentale e che, in quanto primi soggetti a rischio, dobbiamo essere tutelate?

  • shares
  • Mail