Navigatore Gps per sole donne

La donna al volante occupa da decenni il podio degli stereotipi da barzelletta, assieme ai carabinieri, agli arbitri cornuti e alle suocere. L’automobilista testosteronico medio, in circolo sull’ennesima rotonda spelata di città come su una variante del gran premio della Malesia, neanche considera l’ipotesi che il ricciolo biondo, sporgente dal poggiatesta dell’utilitaria titubante, possa appartenere a un cugino di campagna ancora confuso dalle sbornie degli anni ottanta. Allo scattare del verde “rombo di tuono” conta fino a tre e poi partorisce un pensiero associativo articolato in due fasi: donna al volante uguale pericolo costante uguale donna di facili costumi.

L’orgoglio rosa non si arrende e dopo pluriennali battaglie ideologiche per la parità dei sessi rivendica il sacrosanto diritto di avere le ruote. Ed è così che nasce Digital Buddy, (letto oggi su Allure, ma il nostro Gadgetblog ne dava già notizia a luglio), il navigatore a prova d’idiota, appositamente pensato per le automobiliste.

Tasti adatti per essere pigiati comodamente anche con unghie finte, grafica semplice in 2 e 3 D, percorsi preferiti per lo shopping, voce guida di maschio ruspante e design impreziosito da motivi floreali su un trionfo di plastica rosa. Costa solo 420 euro ed è prodotto da Intempo, un marchio che forse ha un esubero di quote rosa tra i dipendenti.

Proposta graziosa, non c’è dubbio, anche per chi possiede un piede di porco fortemente maschilista e bazzica i parcheggi dei supermercati.

  • shares
  • Mail