Le insicurezze degli uomini a letto

bedNoi donne parlando di insicurezze potremmo competere con ottime probabilità ad ipotetiche Olimpiadi dell’insicurezza. Ma anche gli uomini non scherzano anche se spesso lo danno meno a vedere. Em and Lo si sono domandate quali siano le più diffuse insicurezze degli uomini a letto e hanno girato la domanda ad alcuni ragazzi dai diversi orientamenti sessuali. Le risposte sono state sorprendenti.

Secondo Johnny, eterosessuale e impegnato, è l’inesperienza a impensierire gli uomini durante i primi approcci a letto, agli albori della loro vita sessuale. Se si istituisce un paragone con qualcun altro poi la situazione rischia di evolversi in un vero disastro. Eppure pensavamo che il confronto funzionasse da stimolo. Allo stesso modo – cioè fiaccando le capacità amatorie – funziona la gelosia retroattiva nei confronti dei partner precedenti. E naturalmente a contare sono anche le dimensioni, almeno per gli uomini.

Chris invece è eterosessuale ma single e delle dimensioni se ne infischia e pensa che sia tutta una bufala la faccenda della lunghezza. Ma nel dubbio è sempre meglio essere più dotati, giusto per non lasciare adito a giudizi poco lusinghieri. Alcuni uomini, secondo Chris, si preoccupano del fatto che le donne possano parlarne tra di loro.

Angelo invece è gay e single e il suo problema è stato a lungo la timidezza nel mostrarsi. Nuotava completamente vestito in piscina da adolescente e usa questa metafora, pur buffa, per spiegare che in definitiva gli uomini che si avvicinano ad una donna possono anche essere goffi e insicuri ma una volta cominciato e trovato il modo di muoversi si liberano senza troppi problemi da tutte le ansie.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail