Cinque nuovi modi per scoprire se lui ti tradisce

Un tempo era l'investigatore privato; oggi è la tecnologia alla portata di tutti la nuova detective utile per scoprire se il nostro uomo ci tradisce, tecnologia che utilizziamo quotidianamente per tutt'altri motivi. Se infatti i rapporti interpersonali sono cambiati grazie a nuovi dispositivi e a realtà come i social network, allora cambiano non solo i modi per tradire, ma anche le maniere per scoprirlo.

BettyConfidential propone cinque nuovi modi per capire se il partner è infedele, cinque modi figli di questa tecnologia così diffusa oggi:
1. iscriversi a CheaterAlert.com, un sito-community dove poter scovare i traditori di professione e dove poter postare foto e informazioni sul vostro ex fedifrago, in modo che non possa più colpo ferire (un'arma decisamente a doppio taglio: e se qualcuno la usasse soltanto per vendetta??);
2. dotare l'automobile del partner di un dispositivo di tracciamento GPS, come quelli venduti su trackingtheworld, per seguirne gli spostamenti a sua insaputa;
3. seguire le sue attività online, per monitorare la sua presenza su social network o siti di dubbia onestà; con strumenti come PC Pandora è possibile...(se avete un fidanzato informatico, questo metodo è sconsigliato...)

4. Accedere a siti di online dating specializzati in relazioni clandestine (come quello di Ashley Madison) e scoprire se lui è iscritto;
5. il quinto metodo è davvero antipatico, in tutti i sensi, e la tecnologia centra solo perchè con internet si può ricevere facilmente il kit necessario a eseguire dei test per le malattie sessualmente trasmissibili; ad esempio su STDtextexpress si può ordinare un test completo, per scoprire se il partner ha contratto qualche malattia di questo genere, preservando così anche la propria salute.

Ironia a parte, sarebbe sempre meglio preferire il dialogo ai sotterfugi, e la fiducia al sospetto; ma trattandosi di utopia in molti casi, è chiaro che esiste chi fonda il proprio business proprio sul tradimento come pratica diffusa...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail