Pulizie di primavera, i consigli di Pinkblog per un'ottima organizzazione

La bella stagione si avvicina e con essa anche il temuto momento delle pulizie di primavera. Che siate provette casalinghe o poco avvezze ai lavori di casa, basterà seguire pochi e semplici consigli per portare a termine l'ardua impresa di rassettare da cima a fondo casa vostra. Innanzitutto è bene stabilire quanto tempo si ha a disposizione, se un giorno, un fine settimana o più giorni.

Ovviamente, più tempo avrete a disposizione e più efficace saranno le pulizie. Una volta stabilite le tempistiche, suddividete le stanze da fare. Ad esempio: il lunedì è dedicato a cucina e soggiorno, il martedì a camera e bagno, il mercoledì a giardino o terrazzo e così via. Lo step successivo è quello di raccogliere tutti gli oggetti, i vecchi documenti o i vestiti da buttare: dopo un bel ripulisti sarà poi più semplice ristabilire l'ordine in casa.

Il secondo passo è quello di svuotare dispense, pensili, librerie e armadi, pulirli e risistemare il contenuto riflettendo sugli spazi ed una eventuale riorganizzazione degli stessi. Per pulire gli interni non servono decine di prodotti: acqua e ammoniaca o acqua e aceto andranno benissimo, così unirete l'utile ad un prezzo low cost e un impiego "green" delle vostre energie. L'unica eccezione sono il piano cottura della cucina, i legni pregiati e i marmi, per cui saranno necessari prodotti specifici.

Per spolverare iniziate sempre dall'alto verso il basso, così la polvere andrà a depositarsi di volta in volta sul piano che dovete ancora pulire. Le pulizie di primavera sono inoltre il momento ideale per fare i cambi degli armadi e per lavare tessuti come le tende o i rivestimenti di divani e poltrone. Sono quasi tutti lavabili in lavatrice, ma se si tratta di tessuti delicati è meglio lavarli a mano o portarli in lavanderia. L'importante è poi sistemarli ben sigillati per la stagione successiva: ricordate sempre che la fatica di oggi sarà il sollievo di domani.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail