L'elisir di lunga vita: la ricetta è diversa per uomini e donne

"The Longevity Project" è un libro, scritto dai ricercatori Howard S. Friedman e Leslie R. Martin, che raccoglie i dati e i risultati di uno studio ventennale condotto dagli stessi autori. Le conclusioni di questa ricerca hanno fatto molto discutere, perchè pare abbiano sfatato alcuni miti riguardanti lo stress e l'infelicità, che potrebbero determinare contrariamente a quanto si è pensato finora, una certa longevità nella vita delle persone.

Ma nel libro in questione, i due ricercatori sostengono anche che i segreti per l'elisir di lunga vita sono differenti per uomini e donne: mentre infatti (tanto per fare un esempio), gli uomini rimasti single dopo matrimoni o relazioni molto importanti hanno avuto meno aspettative di vita, le donne uscite da un matrimonio o da una convivenza finita male, sono vissute più a lungo. Questo perchè i partner di sesso maschile tendevano a dipendere dalla moglie anche per le relazioni sociali e sono usciti dalla fine della vita di coppia devastati. Le donne invece, sostenute da relazioni sociali più solide, hanno saputo riprendersi meglio. In particolare pare che siano le vedove le più longeve.

Invece vivrebbero più a lungo gli uomini che si sentono "guerrieri" e che, prendendo la vita di petto, si troverebbero a essere più "nevrotici" (se la nevrosi e lo stress sono veramente ingredienti di lunga vita, allora noi donne, tra carriera, casa, uomini e parti, dovremmo essere immortali!!).

In ogni caso pare ci sia una regola che vale per tutti, uomini e donne indistintamente: amare allunga la vita più che essere amati. E questa mi sembra un'ottima notizia, per tutte le età e per tutti i generi. Anche se spesso l'amore non è ricambiato.

Via | Mydaily

  • shares
  • Mail