La lista della biancheria per il corredo da sposa indispensabile


La lista della biancheria per alcune spose è un po’ superata, soprattutto se già convivono da anni. Ciò però non vuol dire rinunciare a pianificare il proprio corredo, per due motivi. Prima cosa se avete voglia di organizzare il vostro nido d’amore, avete comunque bisogno di sapere, anche in termini di biancheria di cosa avete bisogno, poi perché è romantico dormire in lenzuola nuove almeno la prima notte di nozze.

In realtà esiste un terzo motivo ed economico. La biancheria può essere un bel costo e trovare in casa uno sponsor, soprattutto per le giovani coppie, è un’ottima soluzione. Che cosa può servire? Per la camera da letto avete bisogno di almeno due set completi di lenzuola, poi una coperta, un copriletto, un plaid, una trapunta/piumone e un coprimaterasso.

Per il bagno, invece, sono necessarie diverse cose: due accappatoi (questi sono facoltativi, ma fanno comodo), 4 asciugamani per il viso, 4 asciugami ospiti, 4 asciugamani piccoli, 4 teli da bagno. Questo è proprio la fornitura base, da cui poi partire per organizzare il vostro armadio. C’è poi la cucina. In questo caso, avete bisogno di un paio di tovaglie di cotone, da utilizzare tutti i giorni. Devono essere almeno due, per alternare il cambio senza difficoltà. Sono utili le tovagliette all’americana, per la colazione o i pasti veloci. Ci vogliono poi presine, un guantone, se lo volete un grembiule e poi 5/6 canovacci. Infine una bella tovaglia per le occasioni importanti.

Un tempo il corredo era così organizzato: 24 lenzuoli doppi in puro lino ricamati a mano, 24 lenzuoli semplici, 36 coppie di federe, 12 asciugamani di tela d’Olanda più 6 per gli ospiti, 12 tovaglie d’organza più 6 per tutti i giorni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail