Per le più giovani: Being Girl, una specie di "Cioè", ma senza poster adesivi

per le più giovani being girl

Avete presente quando vi trovate in bagno a riflettere e cominciate a leggere qualsiasi cosa sia a lunghezza braccio? La cosa più a portata di mano di solito sono le confezioni di shampoo e saponi e i loro ingredienti sciorinati in una lingua sempre a metà fra l'inglese e il latino. Io, che ormai so tutte le percentuali di bisabobolo (?) presente nei miei flaconcini, sono passata alla scatola degli assorbenti.

Su quella dei Tampax, amici dell'estate, scopro in carattere minuscolo l'indirizzo di questo sito. Being Girl è decisamente un sito per giovanissime, ai primi tormenti adolescenziali su corpo-ragazzi-madri e ovviamente, mestruazioni. Ma non è male! E' vero, a me ha ricordato Cioè e quel suo magnifico e ingenuo modo di venirti incontro sui dubbi più atroci, ma non in un'accezione negativa. Ci sono i lifecoach per i consigli, le risposte agli interrogativi sul ciclo e anche lo sfatamento di miti come: è vero che le vergini non possono usare gli assorbenti interni?

Alle più giovani, consiglio di farci un giro (io ho linkato la pagina UK, ma si può scegliere fra diverse nazioni...tranne l'Italia). Alle più grandicelle, lo stesso: per fare i sospironi nostalgici che ci piacciono tanto e, perchè no, rispolverare qualche dubbio irrisolto...

  • shares
  • Mail