Mascara, volume, ciglia finte: le promesse della pubblicità

lashblast

Siamo spesso divise tra la tentazione e il desiderio di credere alla pubblicità e la diffidenza verso quelle ciglia talmente lunghe da essere impossibili, innaturali, chiaramente finte o pesantemente sottoposte al ritocchino con Photoshop. È un vero e proprio campo minato che richiede cautela nel muoversi tra le proposte dei mascara che promettono miracoli di volume, lunghezza, colore e curvatura.

Tra le ultime pubblicità finite sotto osservazione c’è quella dell’americano LashBlast di Cover Girl che Jezebel ha dissezionato mettendo a confronto il claim della pubblicità che domanda apertamente se sia vero o falso il volume delle nostre ciglia e affianca al prodotto un’immagine in cui i fini osservatori di Gawker giurano di scovare il trucco: la modella indossa indubitabilmente ciglia finte.

Dal canto suo Cover Girl non si nasconde dietro un dito o sarebbe il caso di dire dietro un applicatore, visto che celebri sono i suoi scovolini grandi e capaci di fare davvero la differenza. Il brand ha infatti ammesso di aver utilizzato ciglia finte per far apparire le ciglia della modella più voluminose e dare conto degli effetti di un mascara volumizzante, senza trovarci proprio nulla di male. Apprezziamo la sincerità.

  • shares
  • Mail