Il profumo a base di urina

profumo urina

Dopo il profumo che sa di sangue, non ci aspettavamo quest’altra novità un po’ spiazzante: il profumo a base di urina. Chi avrebbe mai il fegato di indossarlo? È solo una provocazione dell’artista concettuale Cherry Tree che ha intenzionalmente utilizzato la propria pipì per farne un profumo, la cui fragranza di conseguenza non può che avere sentori d’urina.

Lei, candida, spiega di farlo già da cinque anni e di essere sempre stata interessata al recycling, sia a livello artistico che a livello pratico. Ci chiediamo mai se non sia l’urina uno scarto che si può in qualche modo riciclare? In fondo è qualcosa che viene eliminata, ma che può ritrovare al pari di altri rifiuti un altro e assai più nobile scopo. Le perplessità sono spontanee, molte e difficili da dissipare. Voi che ne pensate?

Via | WeirdNews

  • shares
  • Mail